Banner
Banner
05
Ago

on 05 Agosto 2010. Pubblicato in Numeri Agosto 2010 - Numero 177 del 05/08/2010

LA POLEMICA

Un litro viene venduto a 33 centesimi. La denuncia della Coldiretti siciliana che ha inviato un telegramma a tutti i prefetti dell'Isola, al presidente della Regione

Latte siciliano,
arrivano
le svendite

Trentatré centesimi o poco più. Tanto vale un litro di latte bovino siciliano. Ben cinque centesimi in meno rispetto allo stesso latte venduto dagli allevatori del Lazio che lo commercializzano appunto a 38 centesimi. È scattata così la denuncia della Coldiretti siciliana che ha inviato un telegramma a tutti i prefetti dell'Isola, al presidente della Regione, all'assessore delle Risorse agricole e alimentari e ai dirigenti della Latte  Sole per un incontro che abbia l'obiettivo di stabilire una cifra congrua.
"Negli ultimi anni il prezzo del latte siciliano è diminuito - affermano il presidente e il direttore della Coldiretti dell'Isola, Alfredo Mulè e Giuseppe Campione -. È una situazione che non può essere più tollerata e che penalizza migliaia di allevatori che hanno investito sulla qualità. Il comparto lattiero è fondamentale per l'economia siciliana ed esige il giusto rispetto soprattutto quando in altre parti d'Italia il pezzo è più remunerativo. Non si comprende il perché anche in Sicilia non si debba avere lo stesso risultato".
Una situazione che tiene in allarme anche Alessandro Chiarelli, commissario dell´Associazione regionale allevatori della Sicilia. "Il paesaggio che ci si prospetta - ha dichiarato - è quello di una vera e propria gabbia salariale. Esistono, dunque, due Italia anche sul latte. Questa è una situazione che ci discrimina fortemente". Per il presidente dell´Aras è necessario chiudere la filiera. "A fine settembre - ha dichiarato Chiarelli - saremo pronti ad inaugurare il latte siciliano. Nascerà infatti una società cooperativa sotto l´egida dell´associazione allevatori che garantisca un marchio ma anche la fine delle discriminazioni nord-sud".
Non va meglio neanche ai produttori di latte ovino. Anche quello, infatti, ha subito un pesante ridimensionamento dei profitti aziendali. In questo caso il prezzo di vendita, che varia dai 55 ai 65 centesimi al litro, viene pagato solo dopo 120 giorni. "La situazione è sempre più grave - commentano Mulè e Campione - anche in considerazione del fatto che su una produzione nazionale di 10,9 miliardi di chili, tre cartoni di latte a lunga conservazione su quattro venduti in Italia sono stranieri mentre la metà delle mozzarelle in vendita sono fatte con latte o addirittura cagliate provenienti dall'estero, ma nessuno sa perché non è obbligatorio indicarlo in etichetta".

Piera Zagone


 

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY