Banner
Banner
20
Gen

on 20 Gennaio 2011. Pubblicato in Numeri Gennaio 2011 - Numero 201 del 20/01/2011

L'INIZIATIVA

Presentazione a Identità golose a Milano. E si annuncia come una ghiottoneria imperdibile. Tutto nasce anche dalla collaborazione con il Molino Quaglia e le farine di altissima qualità

L’ultima di Corrado Assenza:
ecco il gelato di pane

Domenica 30 gennaio potrebbe essere una data storica per la gelateria italiana: verrà presentato, infatti, il primo gelato di pane. Un’originale bontà ideata e realizzata dal gelatiere Corrado Assenza del Caffè Sicilia di Noto (Siracusa) con la farina di qualità Petra, prodotta da Molino Quaglia. L’appuntamento è alle 13 nell'ambito della settima edizione di “Identità Golose” in programma al Milano Convention Centre di via Gattamelata dal 30 gennaio all’1 febbraio.

«Nell'estate del 2008 – racconta Assenza - decidemmo di produrre un gelato che desse anche la possibilità di far assaggiare le nostre marmellate a chi era seduto a uno dei tavoli del Caffè Sicilia, a 50 metri dalla celebre Cattedrale barocca». L’obiettivo era unire la fetta di pane, complice migliore delle marmellate, all'esigenza e al piacere del freddo sul palato. «Nacque quindi il gelato al grano duro, un semplicissimo fior di latte dove avevamo immerso i chicchi di grano lessati, presi dall’esperienza della preparazione della cuccia, e poi frullati, oltre a tutti gli ingredienti per fare il gelato». Poi l’incontro con le farine del Molino Quaglia (a Vighizzolo d’Este in provincia di Padova) e così «il gelato di grano diventa di farina. La farina serve a completare, arricchire, rendendo il gelato a tutti gli effetti pane, mettendo a frutto l’esperienza sul lievito madre». Insomma, la tazza di latte e la fetta di pane con la marmellata, racchiusi in un gelato.

Il lavoro è ancora in fieri: «Stiamo progettando il gelato partendo dal gusto del lievito come desideriamo sia presente, con la sua dolcezza e la sua acidità, con il giusto equilibrio tra lattica e acetica, fino alla consistenza che il gelato dovrà avere per regalare, di tanto in tanto, anche la percezione sensoriale della sua crosta inzuppata nel latte, quello del gelato ovviamente. Una percezione che possa cambiare sul palato dando sensazioni ora di crosta, ora di mollica. Una soffice crema che del pane inzuppato di latte racconti anche la farina, il lievito madre e anche il grano». Per ottenere tutto ciò Assenza ha impastato la farina integrale di grano tenero con scaglie di grano spezzato (appunto della linea “Petra 9” di Molino Quaglia, «la più ricca della gamma di gusto e aroma»), acqua, lievito madre, un pizzico di sale, 12 ore di lievitazione, quasi un'ora di cottura. «Lo abbiamo fatto raffreddare, lo abbiamo spezzettato, lasciato ammollare nel latte e nella panna di latte fresco del gelato, aggiunto gli zuccheri e il miele, frullato e mantecato il tutto. Gelato al pane sfornato! A fargli compagnia, una tra le nostre marmellate, quella di limone, che secondo me è fra tutte quella più gradevole a temperatura così bassa».

Assenza presenterà anche l'abbinamento del suo famoso gelato con la sfoglia piccante di “Petra 9”, lo spaghetto di “Petra 3” da servire con il gelato fresco dell'orto, il panino gelato di “Petra 5”. Il segreto di questa farina gustosa e profumata risiede nelle sue caratteristiche peculiari: originata da grani di assoluta eccellenza, è ricca di fibre, sali minerali e germe di grano. Nata nel 2008, oggi rappresenta l'unica linea di farine di grano tenero naturale macinate a pietra presente sul mercato che per il suo elevato contenuto di fibre naturali e di sali minerali contribuisce contemporaneamente all'abbassamento del picco glicemico e alla riduzione del sale aggiunto dei prodotti da forno. Grazie al contenuto di fibre, Petra consente una maggior durata del prodotto finale e una più efficace digeribilità e, poiché realizzata utilizzando esclusivamente grani di altissima qualità, è indicata per la realizzazione di qualsiasi prodotto da forno: dal pane alla pizza, ai dolci. Non a caso è, infatti, protagonista di molte preparazioni dell'alta cucina tra cui alcune di quelle che saranno realizzate nell'ambito di “Cinque Stelle in Cucina”, evento voluto dal Molino Quaglia nell’ambito di “Identità golose” per parlare dell'importanza delle materie prime.

Salvo Butera
 

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY