Banner
Banner
22
Apr

L’oro di Roberto

on 22 Aprile 2011. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - L'azienda

Appena 2000 bottiglie e sei anni di affinamento per il “Doro bè” di Ceraudo, prezioso nettare prodotto sulle colline di Strongoli in Provincia di Crotone, che ha riscosso un grande successo al Vinitaly 2011

 

L’oro di Roberto non solo è il prodotto di punta dell’Azienda Ceraudo ma simbolicamente si riferisce alla qualità della produzione della tenuta agricola di Roberto Ceraudo (nella foto) , agriturismo, ristorante e cantina insieme, gestita in biologico dal 1993. “Il nostro obiettivo – racconta Roberto – è valorizzare la vocazione del territorio rispettando l’ambiente preesistente”.
Nel territorio di Strongoli, 20 ettari di vigneto vengono coltivati con metodo biologico dai Ceraudo con alcuni autoctoni come il greco bianco, il mantonico e il meno noto pecorella. All’ultima edizione del Vinitaly Ceraudo ha presentato il meglio della sua produzione: Grisara 2009 da pecorella 100%, Grayasusi 2009 da gaglioppo 100%, Petraro 2006 da un blend di gaglioppo e cabernet sauvignon e il Doro bè da magliocco 100% appassito sui graticci e affinato per sei anni in caratelle da 55 litri.

“Doro bè, letteralmente “L’oro di Roberto” – racconta Caterina Ceraudo, figlia di Roberto e prossima a completare gli studi in Enologia -  è un vino carico di profumi e dall’aroma persistente che abbiamo voluto dedicare a nostro padre, pioniere in quest’avventura in cui io e miei fratelli abbiamo deciso di accompagnarlo”.
Attualmente l’Azienda produce 80.000 bottiglie di vino per 8 etichette a denominazione igt Val di Neto.
L’Azienda dispone inoltre di 40 ettari coltivati a uliveto da cui derivano 30.000 bottiglie di olio Ceraudo, che vanta  diversi riconoscimenti nazionali ed internazionali.
Sui punti di forza e di debolezza del territorio calabrese Caterina dice: “Un punto di forza è costituito certamente dalle condizioni pedoclimatiche estremamente favorevoli, mentre il punto di debolezza maggiore è la mentalità locale, ancora lontana dall’acquisire la consapevolezza delle straordinarie risorse del territorio. Ultimamente, però, - continua Caterina – stanno sorgendo nuove realtà che lasciano ben sperare in un prossimo risveglio”.

Daniela Corso

Tags:
Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it