Banner
Banner
17
Mag

Nebbiolo Prima 2016: scopriamo il Barolo, il Barbaresco e il Roero

on 17 maggio 2016. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Vini e territori

Inizia oggi il nostro “viaggio” nelle Langhe. Vi racconteremo tutto, ma proprio tutto di questa edizione dell’evento. E gli assaggi che ci sono piaciuti

di Federico Latteri

Alta qualità e grande espressione territoriale. Questi gli aspetti fondamentali emersi dalle degustazioni di Nebbiolo Prima 2016, evento nel quale i produttori di Barolo, Barbaresco e Roero hanno presentato alla stampa specializzata le nuove annate.

Sono intervenuti i giornalisti delle più importanti testate italiane del settore e tantissimi ospiti stranieri, provenienti da ogni parte del mondo: Stati Uniti, Canada, America Meridionale, India, Estremo Oriente, Australia e numerosi Paesi Europei. Le degustazioni si sono svolte al mattino presso il Palazzo Mostre e Congressi di Alba e i pomeriggi sono stati dedicati alle visite delle aziende, durante le quali si è potuto dialogare con i produttori, degustare diverse annate dei vini ed ammirare gli splendidi paesaggi delle Langhe e del Roero che, ricordiamo, insieme al Monferrato, sono entrati nella prestigiosa World Heritage List dell’Unesco. Il livello medio riscontrato nei vini assaggiati è stato molto alto, è difficile oggi trovare un altro territorio che possa eguagliare questi risultati. Qui si lavora con entusiasmo, impegno, rispetto delle tradizioni ed idee chiare. Vengono fatti prodotti originali, dal carattere deciso che sono specchio di un terroir straordinario nel quale l’uva Nebbiolo dà le sue massime espressioni. Due i Consorzi di Tutela che raggruppano le realtà produttive di quest’area, quello di Barolo, Barbaresco, Alba, Langhe e Dogliani, con 508 associati, presieduto da Orlando Pecchenino (appena eletto) e quello del Roero, con 300 iscritti, presieduto da Francesco Monchiero.

Per quanto riguarda i dati numerici del Barolo, la superficie vitata è di 2.073 ettari, le bottiglie prodotte sono circa 14 milioni e le aziende sono 337. Nella Docg Barbaresco ci sono 738 ettari dai quali i 206 produttori ricavano poco più di 4,6 milioni di bottiglie. Diversa la situazione del Roero, dove la maggior parte del vino commercializzato è costituita dal bianco Roero Arneis e il rosso da Nebbiolo rappresenta una quota piccola della produzione, poco più di 500 mila bottiglie su un totale di 6 milioni che vengono fuori da più di mille ettari di vigneti. Langhe e Roero producono insieme il 19-20 % del vino Piemontese (sono incluse anche le altre tipologie, Barbera, Dolcetto, Langhe Nebbiolo, vini bianchi, ecc.) che, a sua volta, rappresenta il 6 % del totale nazionale. Un aspetto molto importante è la dimensione artigianale dei produttori di Langa, l’80 % delle aziende produce meno di 60 mila bottiglie. Dal punto di vista geografico si tratta di un territorio collinare, posto leggermente a sud del 45° parallelo, distante circa 35 miglia sia dalle Alpi che dal mare.

La Docg Barolo si estende a sud-ovest di Alba, comprendendo nella totalità o parzialmente il territorio di 11 comuni: Barolo, La Morra, Monforte d’Alba, Serralunga d’Alba, Castiglione Falletto, Novello, Grinzane Cavour, Verduno, Diano d’Alba, Cherasco e Roddi. Le Menzioni Geografiche Aggiuntive presenti dal 2009 nel disciplinare, sono 181 (170 + 11 comunali) e costituiscono un’ulteriore specifica che è presente nelle etichette ed evidenzia il legame dei vini con precisi territori. Il suolo è costituito da argilla, calcare e sabbia, in percentuali variabili da zona a zona, i vigneti si trovano tra 150 e poco più di 500 metri sul livello del mare e per i nuovi impianti è esclusa dalla denominazione l’esposizione a nord. La Docg Barbaresco comprende una piccola porzione del territorio di Alba e continua ad estendersi verso nord e nord-est nei comuni di Barbaresco, Treiso e Neive. Le Menzioni Geografiche Aggiuntive sono 66 e non sono presenti menzioni comunali. Le temperature medie sono un po’ più elevate rispetto alla zona del Barolo, caratterizzata da un’altitudine media maggiore, inoltre il fiume Tanaro è più vicino.

Il Barbaresco è un po’ meno robusto del Barolo, alcuni lo definiscono la sua versione femminile, ma in alcune annate, se paragoniamo determinate parcelle, è difficile distinguere i due vini. Il Roero viene prodotto a nord di Alba, sulla riva sinistra del fiume Tanaro, nel territorio di 19 comuni: Canale, Corneliano d’Alba, Piobesi d’Alba, Vezza d’Alba, Baldissero d’Alba, Castagnito, Castellinaldo, Govone, Guarene, Magliano Alfieri, Montà, Montaldo Roero, Monteu Roero, Monticello d’Alba, Pocapaglia, Priocca, S. Vittoria d’Alba, S. Stefano Roero, Sommariva Perno. Non ci sono Menzioni geografiche aggiuntive. Il terreno è costituito da suoli alluvionali, molto eterogenei, con abbondante sabbia (circa il 50 %) mista ad argilla e calcare. Il vino che si produce in quest’area è più delicato del Barolo e del Barbaresco, presenta tannini meno robusti, più dolci e vellutati. Ha un’ottima longevità, confermata da assaggi recentemente fatti su vini di 15-20 anni fa.
 
Domani vi racconteremo i nostri primi assaggi (continua…)

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY