Banner
Banner
23
Gen

Quando lo sposo è uno chef e in cucina ci sono gli amici di sempre

on 23 Gennaio 2018. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Il personaggio


(Stefano Mazzone, Giovanni Nigro, Lia Spallino, Gaetano Basiricò e Damiano Nigro)

Se uno chef decide di sposarsi con la compagna di una vita, state sicuri che il ricevimento non sarà mai banale. Anzi. La cura e la scelta delle materie prime con cui realizzare i piatti sarà maniacale. 

In cucina, poi, ci saranno gli amici di sempre, quelli che, magari, sono cresciuti professionalmente con lo sposo. Prendete ad esempio Gaetano Basiricò. Ha sposato Lia Spallino. I due, oltre ad essere compagni da una vita, sono anche i titolari del serisso 47, locale gourmet di Trapani. Cerimonia sobria, poi un ricevimento proprio nel locale dei due con una cerchia ristretta di amici e parenti. La festa è stata organizzata da Francesco Pellegrino, di Terre di Shemir che ci ha messo sia gli oli che i vini.  

I due erano visibilmente emozionati, come è quasi d'obbligo in queste occasioni. Visita "lampo" in cucina. Da questo punto di vista Gaetano ha voluto vedere come procedevano le cose. Ma visto chi c'era a spadellare, difficile che le cose potessero andare male. E così, per una volta i "capi" nella cucina di Gaetano erano Stefano Mazzone del Quisisana di Capri, Damiano Nigro di Villa d'Amelia a Benevello in provincia di Cuneo e il pasticciere di Villa D'Amelia Giovanni Nigro. Il menu è stato improntato sul pesce. E non poteva essere diversamente. E' una delle materie preferite dallo stesso Gaetano. Si comincia con triglie, carciofi, olive e pomodorini. Sapori caratteristici della nostra terra, dove il dolce della triglia si è sposato alla perfezione con la sapidità delle olice e l'acido dei pomodori. A seguire l'astice con un battuto di pomodoro e aioli. Un piatto dominato dalla freschezza. Poi una zuppa di fagioli e canocchie con finocchietti e vongole: originale. A seguire i tortelli di melanzane alla brace con un sugo di crostacei: tradizione e innovazione, gusti intensi che non infastidivano. Per secondo, un trancio di pesce spada ammollicato con arance e finocchi: un piatto antico di concezione, grandioso nel gusto. Poi il consueto taglio della torta nuziale e lo spumante per un brindisi. A Gaetano e Lia gli auguri da tutta la nostra redazione.

C.d.G.

 
Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY