Banner
Banner
29
Mar

Jody Scheckter dalle corse alle mozzarelle: "La Campania è la F1 delle produzioni casearie"

on 29 Marzo 2019. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Il personaggio


(Jody Scheckter)

Dai bolidi di Formula 1, alla tranquillità dei pascoli; dalle strategie del muretto alle strategie di vendita. 

E' una vera rivoluzione quella di Jody Scheckter, passato dalla Formula 1 alla produzione e vendita di mozzarelle nel Regno Unito. Il suo nome è celebre per tutti gli appassionati delle corse, soprattutto per i tifosi della Ferrari. Fu lui, infatti, nel 1979, a riportare a Maranello il titolo di campione del mondo prima che su quel sedile sedesse il celebre Michael Schumacher. Ora, però, Jody Scheckter gira pagina definitivamente, torna con i piedi per terra e si dedica ad un’attività molto più concreta. Via le automobili altamente tecnologiche, dentro le più gustose mozzarelle. L'ex pilota, dunque, diventa un casaro nell’Hampshire, precisamente ad Overton dove ha fondato la Laverstoke Park Farm, azienda di allevamento e di produzione di bufale. Ma sa benissimo che per tutti i segreti di questo prodotto deve per forza di cose tornare in Italia. E sono frequenti i suoi viaggi a Capua e Caserta. "La Campania è la F1 della produzione casearia. In Inghilterra siamo alla Formula 4 - ha dichiarato l’ex driver al Corriere della Sera - Non c’è gara tra di noi. Sono qui per imparare. La mia mozzarella è la migliore del Regno Unito, ma qui vi sono secoli di tradizione alle spalle".

Quindi ricordando come questa esperienza atipica è nata il sudafricano ha raccontato: "Sono partito con il desiderio di gestire una piccola fattoria biologica. Comprai il terreno e dei capi bufalini. Poi dieci anni fa organizzai un tour in Campania per visitare otto aziende con lo scopo di acquisire il giusto metodo per impiantare un allevamento e un centro di produzione di formaggi, gelati e mozzarelle di bufala. Con il tempo ci siamo ampliati. Adesso produciamo anche salumi e champagne". "Io e il mio collaboratore Michael (scherzi del destino, ndr) abbiamo provato e riprovato - ha proseguito - condividendo le difficoltà dei primi passi, quando il gusto del prodotto non era soddisfacente. Il livello qualitativo non sempre raggiungeva vette di eccellenza. Pensavamo fosse colpa del latte ed invece alla fine siamo riusciti a raggiungere uno standard apprezzabile. Ho ingaggiato un consulente italiano, poi arrivò una tecnologa olandese. Oggi produco circa 150 tonnellate di mozzarella all’anno. Il nostro comunque è un mercato di nicchia. Non esportiamo, ma speriamo vivamente che la fase di assestamento dovuta alla Brexit duri poco tempo".

C.d.G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY