Banner
Banner
22
Mag

"La cucina del futuro? Piena di imperfezioni". Pino Cuttaia al Charleston in una cena sold-out

on 22 maggio 2015. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - L'evento


(Pino Cuttaia con la brigata di cucina del Charleston e la signora Glorioso)

La cucina per Pino Cuttaia è memoria, sentimento. È una storia che parte dai gesti della mamma per poi trasformarsi in una emozione nuova. È un racconto che evoca profumi trattenuti nel naso e nella mente che oggi guidano la mano esperta del cuoco. 

E lui tutto questo lo spiega senza risparmiarsi, come ha fatto nel libro di fresca pubblicazione, Per le scale di Sicilia. O come ha fatto qualche giorno fa al Charleston, dove è stato protagonista del secondo appuntamento de “L’Italia dei grandi chef al Charleston”, iniziativa realizzata dal ristorante di Mondello a Palermo, in collaborazione con Cronachedigusto.it.

Cuttaia ha portato la sua cucina gourmet al Charleston, locale storico che ha scritto pagine importanti della ristorazione palermitana, apprezzandone, tra l’altro, la nuova sede e i profumi del giardino. Prima della cena si è intrattenuto con blogger e giornalisti ai quali ha raccontato la sua emozione di cucinare in un ristorante storico: “Il Charleston - ha detto - è sempre stato nel mio immaginario e avere la possibilità di cucinare qui è come per un musicista suonare al Teatro Massimo”. Quindi ha raccontato gesti, pensieri, riflessioni e memorie che stanno dietro e dentro ogni suo piatto. “La cucina è sentimento”, ha detto lo chef licatese che vede nell’imperfezione, foriera di vita, energia e crescita, il futuro della cucina, in contrasto con la perfezione dominante che, secondo lui, sta portando, invece, all’assenza di vita.


La cena è stata un successo: tutto esaurito per sei portate, dall’antipasto al dolce.

A dare il via la Pizza…iola, un piatto ottimo e sorprendente che dentro un bordo di pizza, racchiude un merluzzo all’affumicatura di pigna, una spuma di patate e del concentrato di pomodoro essiccato e polverizzato.

Quindi è stata la volta della Nuvola di mozzarella, un piatto pluripremiato dello chef de La Madia, che gioca con le consistenze di un pietanza semplice della tradizione, la caprese. La mozzarella diventa una spuma tenuta insieme da una pellicola di latte; il pomodoro diventa una spremuta di datterino arricchita dalla panzanella ottenuta con mollica di pane bagnata con la spremuta di pomodoro e aggiustata di sale. 

Il terzo piatto in carta è uno dei classici intramontabili di Cuttaia, il Polpo sulla roccia, un piatto da mangiare già con gli occhi, con l’acqua di cottura del polpo che diventa la roccia su cui si adagia il mollusco e lenticchie cotte a ricordare la sabbia, per rendere più realistica l’illusione di un fondale marino. 

Si passa poi ai Tortelli in falsomagro, tortelli ripieni di formaggio, serviti con una terrina di mortadella e scaglie di tartufo nero, quindi al Filetto lisciato all’olio di cenere, uno di quei piatti che non puoi smettere di gustare tanto è equilibrato e gustoso.

La cena si conclude con la Cassata gelato, un omaggio ad uno dei più caratteristici dolci siciliani.

Ad accompagnare le pietanze, i vini dell’Azienda Milazzo di Campobello di Licata. Per la cena sono stati selezionati Milazzo Classico Riserva Speciale V38AG, Selezione di Famiglia bianco 2008, Duca di Montalbo rosso 2002.

C.d.G.

(Foto Gdr)

I PIATTI PREPARATI DA CUTTAIA AL CHARLESTON
 


(Pizza... iola)



(Nuvola di mozzarella)



(Polpo sulla roccia)



(Tortello di falsomagro)



(Filetto lisciato all'olio di cenere)



(Cassata gelato)


(I vini della Cantina Milazzo protagonisti della serata)

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY