Banner
Banner
29
Mag

Cinquanta (e più) sfumature di rosa: a Lecce torna il Rosexpo (8-10 giugno)

on 29 maggio 2017. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - L'evento

di Manuela Zanni

Rosexpo il salone internazionale dei vini rosati, giunto alla sua quarta edizione, dall’ 8 al 10 giugno, tornerà a tingere di rosa il castello Carlo V di Lecce con una selezione accurata dei migliori rosati internazionali.

Per tutti gli appassionati dei vini rosati, sempre più numerosi, torna l'appuntamento nato da un’idea di deGusto Salento, l’associazione leccese dei produttori di Negroamaro, peculiarità produttiva identificativa di una storia vitivinicola consolidata. Come evidenziato da uno studio dell’agenzia WSR, International wine and spirit research, i rosati continuano a guadagnare consenso. Il vino rosato, infatti, sta acquisendo sempre maggiore valore ottenendo il giusto riconoscimento sia nel panorama vinicolo italiano che come emblema del Made in Italy nel mondo. Rosèxpo si pone, quindi, come "trait d'union" tra tradizione, cultura, identità, territorio, punti di partenza di una civiltà contadina che vuole guardare al futuro. Per farlo è necessario il confronto tra Paesi che narrano le proprie  tradizioni e modalità produttive per crescere insieme e migliorare la qualità del vino prodotto. 

Il Negroamaro, il vitigno a bacca nera coltivato quasi esclusivamente in Puglia e in particolare nel Salento, sarà il protagonista dei banchi d’assaggio, seminari, degustazioni e masterclass in confronto ad altri esempi  italiani e stranieri. Ma Rosèxpo sarà anche l’occasione per approfondire temi di carattere commerciale e marketing mentre le degustazioni offrono lo spunto per confrontare le  esperienze proposte dai  diversi produttori. In questa quarta edizione si consolidano le partnership nazionali con Slow Wine, Ais e internazionali con il Concours mondial de Bruxelles. Novità di quest’anno, inoltre, è la collaborazione  con il dipartimento di Neuroscienze della Iulm che a Lecce presenterà i risultati di una ricerca che lega la percezione neurologica dell’etichetta di un vino all’efficacia commerciale che quel prodotto possa assumere poi sul mercato. 

E ancora si parlerà del ruolo strategico della sala e della percezione che il consumatore finale ha dei vini rosati cercando di trovare strategie per favorire e incentivarne il consumo. Quattro anche quest’anno i seminari di degustazione condotti da Slow Wine con Ais e con il coinvolgimento di autorevoli degustatori che accompagneranno i winelover nel percorso di scoperta di vini e territori. Si parlerà, infatti, di “Rosati italiani: come migliorare l’offerta in sala e in enoteca” nel convegno di apertura previsto giovedì 8 giugno alle 18 alla Masseria San Lorenzo a Lecce alla presenza di autorevoli player del mondo del vino, personaggi che ricoprono ruoli e posizioni con una visuale d’insieme che può sicuramente dare una traccia e un utile strumento ai produttori. Il 9 giugno si comincia con Questione di metodo: Letrari sta a Trento doc come Dubl sta ad Aglianico, un percorso in verticale tra la tradizione e la modernità del metodo classico rosè. A seguire ci si sposterà in altri territori, per un confronto che indaga sulle interpretazioni di rosato dalla Valtenesi.Il 10 giugno riflettori puntati su Rosado de Espana per poi una conclusione di tutto rispetto con la verticale di Ferrari Perlè Rosè. 

Il taglio del nastro  è previsto per venerdì 9 giugno alle 18,30. Subito dopo l'apertura dei banchi d' assaggio e l’opening del Giardino Rosè che sarà arricchito dalle installazioni artistiche e da  luminarie mentre all'interno del Castello saranno previsti diversi punti food e di ristoro.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Anna Sampino
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it