Banner
Banner
13
Gen

Fare il formaggio può riabilitare, il corso di caseificazione al carcere minorile Malaspina di Palermo

on 13 Gennaio 2014. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - L'iniziativa

Perfetta conclusione per il corso di caseificazione, riservato agli ospiti della Casa Circondariale Malaspina di Palermo organizzato dall'Istituto Zooprofilattico con la collaborazione del Soroptimist International Club di Palermo.

 Quattro giorni di lavoro, in cui i ragazzi del Malaspina hanno imparato a produrre ricotta e formaggi, non solo con lezioni frontali, ma anche con esercitazioni pratiche. La cerimonia della giornata conclusiva ha visto la partecipazione tra gli altri, Santo Caracappa, Rossella Lelli, rispettivamente direttore interprovinciale e sanitario dell’Istituto Zooprofilattico,  il direttore del penitenziario Michelangelo Capitano e Amalia Settineri, procuratore della repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Palermo. 


“Ringrazio tutti per aver contribuito a realizzare questa iniziativa, utile a trasformare la detenzione in occasione di crescita” afferma la Settineri. Bisogna che i ragazzi abbiano un progetto di vita, dimostrino di avere delle capacità perché questa è una condizione temporanea e il carcere deve essere interpretato solamente come uno spazio fisico e non mentale” - conclude il magistrato. Soddisfazione esprimono anche i dirigenti dell'IZS: "Quello che vogliamo trasmettere – dichiarano Caracappa e Lelli - è l’educazione sanitaria e l’attenzione per la pulizia. I ragazzi erano tutti muniti di guanti e cappellini, segno che hanno appreso appieno il senso del lavoro svolto e questo ci inorgoglisce. L’Izs della Sicilia,  ha tra i suoi compiti quello di fare attività sociale ed educazione sanitaria. Per noi questo corso  è stato un'occasione di crescita non solo personale. Vedere questi ragazzi lavorare con impegno e dedizione, ha incoraggiato anche il direttore del penitenziario Capitano che esprime così il suo pensiero: "Sono contento che i miei giovani siano riusciti a impegnarsi in attività come queste che gli consentono, in poco tempo, di apprezzare il frutto concreto del loro lavoro". In una delle sale del carcere, un banchetto con dolci a base di ricotta e formaggi preparato dai ragazzi è stato offerto a tutti gli ospiti intervenuti. 

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY