Banner
Banner
27
Feb

A Palermo "Mangiare è cultura" - Da Bioesserì il buccellato diventa "2.0"

on 27 Febbraio 2018. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - L'iniziativa


(Alessio Marchese e Saverio Borgia)

“2.0” significa “cambiamento, apertura alla possibilità di interagire” e da Bioesserì a Palermo la dicitura è stata utilizzata per dare il nome al dolce pensato per la nostra iniziativa "A Palermo mangiare è cultura".

Nasce, così, il "Buccellato 2.0" che vuole essere un riflesso del dialogo e dell’interazione tra il tradizionalissimo Buccellato e l’animosa e variopinta rivisitazione dello chef Alessio Marchese. Quella del dolce antico non è proprio una pasta frolla ma  una versione simile che prevede l’utilizzo dello strutto. Lo chef si stacca parzialmente dalla ricetta originale e pensa ad un crumble brioso in cui, oltre alla farina Petra monococco e la farina Petra 1, si uniscono farina di mandorle, noci, ceci e nocciole. Lasciate in parte e volontariamente in maniera grossolana ribadiscono la presenza della frutta secca, inscritta nella tradizione culinaria siciliana. A dare un tocco di eleganza al dolce è una guarnizione fatta con crema chantilly all’arancia, per rendere il buccellato – come afferma il giovane chef Marchese – un dessert “da sera”. 


(Il buccellato 2.0)

L’idea di rivisitare il Buccellato nasce dal desiderio dello stesso chef: l’obiettivo è quello di far rivivere sapori antichi, sensazioni che provavamo da bambini trasposti in un piatto moderno. “È un crumble, ma è anche il dolce che mangiavamo a casa della nonna – afferma Saverio Borgia, uno dei fondatori di Bioesserì – ci fa rivivere le stesse sensazioni di quei dolci che è più facile trovare nei panifici che nelle pasticcerie. Adesso però è possibile rivivere l’antico sapore in un dolce perfettamente congeniale ad una lista dessert, senza per questo perdere il folklore, i colori di una terra multiculturale come Palermo. Per noi, il buccellato è uno dei dolci siciliani più rappresentativi, ecco perché l’abbiamo scelto”. Il concept di Bioesserì lascia in questo piatto un segno altrettanto importante: in linea con l’asse Palermo – Milano, con la cucina tradizionale e moderna, l’utilizzo di farine base come la Petra riporta alla filosofia di Biosserì che mai trascura l'utilizzo di materie prime, basiche, genuine e naturali.  Sponsor della nostra iniziativa è Olio Barbera che ha deciso di presentare una speciale selezione di oli dedicata proprio a Palermo Capitale della Cultura 2018. 

Clarissa Iraci

Bioesserì
Via Giuseppe La Farina, 4 - Palermo
091 7657142

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY