Banner
Banner
02
Feb

Marsala si pensa ad una Docg. "Selezione di uve, minimo 15 gradi: così diventerà un must"

on 02 Febbraio 2016. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Scenari

Il Marsala pensa ad una Docg. In realtà, più che un pensiero, sembra ormai un’idea molto ben avviata e che, a sentire Nino Barraco, assessore comunale all’Agricoltura presso il comune di Marsala e produttore di vini, potrebbe essere un percorso molto rapido.

L’iniziativa è stata proposta da alcuni produttori vinicoli marsalesi - Gaspare Baiata, Ercole Alagna e Renato De Bartoli – ed ha trovato il sostegno dell'amministrazione marsalese guidata dal sindaco Alberto Di Girolamo.
La proposta è stata presentata proprio dall'assessore Antonino Barraco nel corso di un incontro con gli associati della "Strada del Vino" e il Consorzio tutela del marsala. Tutti si sono ritrovati a Palazzo Fici – sede dell'Enoteca istituzionale – per affrontare una tematica così importante per l'economia cittadina. 
“La Docg sarebbe una cosa pazzesca su cui investire e dalla quale ripartire pensando al futuro – dice Barraco-. Si tratta di un progetto importante perché parte proprio dalla qualità delle uve che saranno ammesse dal disciplinare, visto che il Marsala Docg non potrà in alcun modo essere “corretto” per quel che riguarda i livelli di alcol. Ecco perché non è detto che si potrà produrre ogni anno”.


(Nino Barraco)

Già, perché proprio la gradazione alcolica sarà una delle caratteristiche di questo vino, “che dovrà avere almeno 15 gradi alcolici”. Insomma, di certo non un vino da tavola, ma non potrà nemmeno essere alcolizzato, come avviene adesso per il marsala del consorzio.
“È una sfida – dice Barraco - che lanciamo sul mercato ed anche un'operazione che può aiutare il rilancio della Doc marsala". Una proposta condivisa dallo stesso presidente dell'Associazione "Strada del Vino", Salvatore Lombardo, che aggiunge: "Il progetto più che per il numero di bottiglie che si potranno produrre, va valutato sotto l'aspetto del marketing e mediatico, con conseguenti positive ricadute sull'economia dell'intero territorio". Presente anche il sindaco di Marsala Alberto Di Giacomo, l'incontro ha registrato gli interventi dei produttori Francesco Intorcia, Stefano Caruso, Carlo Martinez, Giacomo Ansaldi, Gianfranco Paladino e Bruno Fina. Tutti hanno voluto manifestare il loro compiacimento per l'iniziativa. Eppure, nonostante l'interesse del Consorzio tutela del vino marsala, il suo delegato Diego Maggio ha fatto sapere di essere contrario all'uso del nome "marsala" per la Docg.

“Questi sono dettagli – spiega Barraco -. Intanto ci sarà un nuovo incontro dove spero, tutti i produttori del consorzio interverranno per poter meglio apprezzare questa idea per il rilancio del territorio. Sul nome, si può pensare a “Marsala di Marsala”, “Marsala naturale” o “Marsala classico”: Credo, però, che il primo passo, quello fondamentale, è che tutti viaggino compatti della realizzazione di questa idea. Oggi sono pochissime le aziende che producono Marsala: penso che in futuro tutte vorranno produrre un’etichetta Docg”.
Il consorzio, oggi, comprende 29 tipologie di Marsala, “tutte saranno mantenute – spiega Barraco -, nessuno vuole togliere una sola bottiglia a questo tessuto economico o intaccare gli interessi di qualcuno. La Docg è altro. Serve per portare il nostro nome del mondo in maniera diversa”.

G.V.

Share

Commenti  

 
+1 #1 Giancarlo Moschetti 2016-02-03 13:20 Sono molto contento per questa iniziativa. Del resto già nel 2011 in un'intervista a Cronache di Gusto avevo auspicato una DOCG per il Marsala: http://www.cronachedigusto.it/i-giorni-del-cavolo/4673-giancarlo-moschetti-scommettiamo-sulla-docg.html Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY