Banner
Banner
13
Set

L'Aceto Balsamico di Modena Igp è il prodotti italiano più esportato nel mondo

on 13 Settembre 2017. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Scenari

di Maria Giulia Franco

Il prodotto italiano più esportato al mondo? Il 92% di Aceto Balsamico di Modena Igp (Indicazione Geografica Protetta) e vale un miliardo di euro al consumo - vede passare oggi oltremanica Acetum spa, il principale produttore italiano conosciuto sugli scaffali coi marchi Mazzetti, Acetum e Fini. 

I popolari marchi dell'oro nero modenese acquisiti oggi dall'Associated British Foods (Abf), il colosso inglese del té Twinings, rappresentano un nuovo capitolo di un trend che negli anni scorsi ha visto pezzi importanti del made in Italy a tavola venduti a gruppi stranieri. "Tre marchi storici del Made in Italy alimentare su quattro sono già in mani straniere", afferma la Coldiretti che riepiloga i principali passaggi oltreconfine, con vicende di alterne fortune, dell'agroalimentare italiano che, nonostante Brexit, mantiene un forte appeal all'estero. E' ora nelle mani dei giapponesi di Asahi il birrificio Peroni, mentre lo scorso anno c'è stata la vendita della catena di gelaterie torinesi Grom, alla multinazionale Unilever. Nel 2014, l'antico Pastificio Lucio Garofalo ha siglato un accordo per l'ingresso nella propria compagine azionaria, con il 52% del capitale sociale, di Ebro Foods, gruppo multinazionale quotato alla Borsa di Madrid. Sempre nel 2014 la maggioranza del Gruppo oleario toscano Salov, proprietario dei marchi Sagra e Filippo Berio, è passata nelle mani del Gruppo cinese Yimin, una sussidiaria del Gruppo Bright Food, mentre Bertolli, Carapelli e Sasso sono entrate a far parte del fondo statunitense Cvc Capital Partners.

Nel 2013 la cessione da parte della società Averna dell'intero capitale dell'azienda piemontese Pernigotti al gruppo turco Toksoz. Dal 2011 Gancia, storica azienda spumantistica, è divenuta di proprietà per il 70% dell'oligarca Rustam Tariko, proprietario della banca e della vodka Russki Standard. La francese Lactalis è stata, invece protagonista, sottolinea la Coldiretti, dell'operazione che ha portato la Parmalat a finire sotto controllo transalpino; il 49 per cento di Eridania Italia Spa operante nello zucchero è stato acquisito dalla francese Cristal Union Sas e la Fiorucci salumi è passata alla spagnola Campofrio Food Group. La Orzo Bimbo è stata acquisita dalla francese Nutrition&Santè S.A. del gruppo Novartis. Nel 2007, lo storico marchio genovese Saiwa è passato nelle mani della multinazionale Kraft Foods, mentre nel 2006 la Galbani era entrata in orbita Lactalis. Nel 1995 la Stock, venduta alla tedesca Eckes A.G, è stata acquisita nel 2007 dagli americani della Oaktree Capital Management, che hanno chiuso lo storico stabilimento di Trieste per trasferire la produzione in Repubblica Ceca.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Anna Sampino
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it