Banner
Banner
12
Gen

Veneto, raccolto in calo, ma aumentano le produzioni a denominazione d'origine

on 12 Gennaio 2018. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Scenari

Il "fenomeno Prosecco" da solo vale oltre la metà dell'intera produzione veneta

In Veneto la raccolta 2017 ha prodotto 11.023.000 quintali di uva, confermandosi in vetta tra le regioni italiane, segnando però un calo del -15,46% rispetto al 2016. 

Di questi, ben 8.815.000 quintali (+9,31%) sono costituiti da uve a Denominazione d’Origine, a conferma dell’altissima qualità ormai raggiunta dal vigneto veneto. Lo ha annunciato Alberto Negro, Direttore dell’Agenzia regionale, in apertura del convegno vitivinicolo che si è tenuto a Lonigo (VI) presso la sede della Cantina del Gruppo Collis per la  presentazione di tutti i numeri ufficiali della vendemmia veneta 2017. L’evento, al quale hanno partecipato circa 150 operatori, promosso da Veneto Agricoltura, Regione e Avepa, è servito per mettere sotto la lente l’ultima vendemmia e approfondire altre importanti tematiche quali l’export e il vino biologico. La riduzione delle rese, dovuta principalmente alle gelate tardive di aprile e alla prolungata siccità estiva, non ha interessato solo il Veneto ma tutti i principali Paesi produttori dell’Unione Europea, a cominciare dalla Francia (-17%), la Spagna (-22%) e la stessa Italia (-26%). Quella del 2017 sarà dunque ricordata come una tra le vendemmie più scarse degli ultimi decenni, ma di buona qualità, e il vino prodotto farà volare ancora più in alto le nostre esportazioni.

Come ricordato dagli interventi, il Veneto vitivinicolo inteso per macrosistemi vede spadroneggiare il “Mondo Prosecco”, che da solo vale oltre 4,5 milioni di quintali di uva, pari al 51,33% delle Do; e il “Sistema Verona” con quasi 2 milioni di quintali di uva (22,44% delle Do) suddiviso tra Valpolicella con 908.000 quintali di uva (10,3%), Soave (677.000 quintali; 7,67%), Bardolino (235.000 quintali; 2,66%) e Bianco di Custoza (159.000 quintali; 1,81%). Bene anche la Denominazione “Pinot Grigio delle Venezie”, new entry nella vendemmia 2017, che ha esordito con ben 1.356.000 quintali di uva. Se consideriamo i volumi imbottigliati, per quanto riguarda le Docg, il Conegliano Valdobbiadene Prosecco ha superato i 655.211 ettolitri, attestandosi saldamente in cima alla graduatoria; seguono a distanza l’Amarone (111.699 ettolitri; +4,3%), l’Asolo (80.064  ettolitri; +42%), il Colli Euganeo Fior d’Arancio (7.228; +4,9%), e via via tutti gli altri. Per quanto riguarda invece le Doc, è ancora il Prosecco a farla da padrone con 3.297.718 ettolitri (+7%), seguito dal Soave (401.203 ettolitri; +9,1%), Valpolicella Ripasso (207.945 ettolitri; -0,1), Bardolino, Valpolicella, Lugana, Valdadige, ecc. 

Nel 2017, la superficie destinata a vigneto nel Veneto ha superato i 91.349 ettari, segnando un +4,7% rispetto all’anno precedente. Anche in questo caso, a dettar legge sono le province di Treviso con 38.625 ettari e Verona (28.887 ettari), a seguire Venezia (8.703 ettari), Vicenza (7.712 ettari), Padova (7.030 ettari), Rovigo (242 ettari) e Belluno (147 ettari). Le uve a bacca bianca (72%) hanno ormai surclassato quelle a bacca nera. Il numero di aziende vitivinicole nel Veneto è leggermente calato, attestandosi sui 29.670, ma il “miracolo vinicolo” continua ad essere sotto gli occhi del mondo intero. Gli esperti regionali hanno ricordato, infatti, cha la nostra regione si conferma la quarta potenza mondiale in fatto di esportazioni: nei primi 9 mesi del 2017 ha segnato un +6,4% rispetto al corrispettivo periodo dell’anno precedente, quando aveva superato i 2 miliardi di euro in valore (pari al 35,6% del totale nazionale); solo il Prosecco vale 549 milioni di euro (Regno Unito 38,6%; Stati Uniti 23,7%, Germania 5,3%). Per quanto riguarda invece l’affermazione del vino biologico, un fenomeno in crescita costante, gli esperti di Veneto Agricoltura hanno ricordato che in regione regione la superficie bio ha segnato un +192% dal 2009 al 2016.

M.V.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY