Banner
Banner
12
Set

Volcanic Wines, una società si occuperà di definire con precisione i territori dei vini vulcanici

on 12 Settembre 2018. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Scenari

È stato un fine settimana vulcanico quello che ha visto coinvolta l’associazione Volcanic Wines, dove due importanti degustazioni hanno permesso ai nuovi presidenti delle denominazioni coinvolte di potersi conoscere, parlare e tracciare quelli che saranno i prossimi passi.  

Napoli e Milo sono infatti serviti da trampolino di lancio per la nuova fase dell’associazione Volcanic Wines, nata 10 anni fa per riunire tutte le Doc vinicole italiane che sorgono su matrice vulcanica. Tanti gli obiettivi condivisi, a partire dalla definizione di quali siano le zone vulcaniche italiane e per fare questo si guarda con attenzione verso il prossimo congresso della Società Geologica Italiana il cui presidente, Sandro Conticelli che ha seguito sin dall’inizio i primi passi dell’associazione, proporrà un documento dettagliato sul rapporto tra geologia e vino, con una particolare attenzione a quello proveniente da territorio vulcanico e relative mappe. Verrà quindi demandata a un ente indipendente la definizione dei confini vulcanici di ogni singolo territorio ed è da questa base che verrà rilasciato il logo Volcanic Wines, che si potrà apporre su quelle bottiglie ove il suolo da cui deriva il vino sia prettamente di origine vulcanica.

Si continua nel frattempo a rafforzare la promozione congiunta attraverso degustazioni e altri eventi come quello che si terrà a Malazè il prossimo fine settimana nel territorio dei Campi Flegrei o il Merano Wine Festival, con una memorabile degustazione durante i giorni della kermesse altoatesina. "Questi incontri - dice Sandro Gini, presidente del Consorzio del Soave che detiene il marchio Volcanic Wines - ci hanno permesso di confrontarci su temi e problemi comuni. Non ci unisce solo il suolo, ma anche la fatica di lavorare spesso in condizioni estreme". "Durante i giorni di manifestazione abbiamo rinsaldato il legame tra i nostri territori per renderli più forti – ribadisce Antonio Benanti, presidente della Doc Etna - I vini dei vulcani riescono ancora a risultare evocativi e attrattivi; ci sono tutte le possibilità per costruire qualcosa di importante per il futuro".

C.d.G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY