Banner
Banner
Banner
06
Feb

Benanti, Foti va via arriva Bean

on 06 Febbraio 2012. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Scenari

Vento di novità in casa Benanti, la cantina che ha fatto da apripista del fenomeno Etna cambia enologo.

A Michele Bean, enologo friulano ma che già da tempo segue alcuni produttori sul vulcano e nel ragusano, sarebbe stato affidato il ruolo di winemaker dal titolare Giuseppe Benanti. La notizia è stata riportata anche in un blog che racconta gli ultimi progetti di Bean (consultabile al seguente link). Fonti ufficiose non confermate direbbero che Salvo Foti non occuperebbe più il posto di enologo dopo una lunga collaborazione a fianco di Benanti. Bean segue attualmente sull’Isola Cos, Wiegner e ha lavorato anche per Cottanera. Starebbe inoltre allargando la sua rete di consulenze nella Sicilia sud-orientale, tanto che si sarebbe proposto a Vito Catania della cantina Gulfi, seguita questa dallo stesso Salvo Foti.

L’azienda Benanti, che produce circa 120.000 bottiglie, fin dagli anni Novanta ha puntato a vini di alta qualità che facessero riscoprire le grandi potenzialità del territorio etneo. Tra le etichette citiamo, per dovere di cronaca, il Pietramarina Etna Bianco Doc Superiore, un Carricante in purezza, il cui millesimo ’97, è stato definito strepitoso, e il Serra della Contessa, Etna Doc cru molto apprezzato, presente nella cantina dell’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

M.L. 

Share

Commenti  

 
-1 #1 guido montaldo 2012-02-06 14:00 conoscendo la personalità di Foti, mi baso sugli sguardi e sulla faccia: la vita vissuta, l'esperienza, la comprensione…facile credere in Salvo Foti…auguro al giovane Michele di acquisire tali esperienze. Guido Montaldo- Bargiornale e Ristoranti (Sole24ore) Citazione
 
 
+2 #2 Malik 2012-02-06 14:23 Bean è troppo giovane, manca di esperienza (intesa come numero e tipologie di bevute: per sua ammissione non conosce molto i vini del mondo ecetto che Napa Valley e Neozelandesi) ed ha un palato ancora immaturo, che propende per la frutta ed il caramello.

Basta vedere cosa ha combinato con COS, convincendo il povero Occhipinti a fermentare una parte delle uve con macerazione carbonica. Metodica valida per fare dei buoni succhi di frutta, ma certamente non dei vini.
Citazione
 
 
+3 #3 Giovanni 2012-02-06 15:53 Si… dopo Foti in effetti l'unico che può fare meglio è Mr. Bean… In bocca al lupo Cavaliere! Citazione
 
 
-3 #4 Sassicaia 2012-02-06 21:14 Se è vero, com'è vero, che Salvo Foti è nato, cresciuto, e si è creato un'immagine grazie all'Azienda Benanti, vi siete mai chiesti come sia diventato consulente su diversi territori, DOC FARO ed Eolie comprese, produttore e conoscitore del vino…???!!! Ma con quanti mazzi di carte vuole giocare questo Salvo Foti? Qual è il suo vero mestiere? Quanto c'è di verità e quanto di speculazione? Quanto c'è di sincerità e quanto di interesse personale? Io credo che se diverge il pensiero del produttore da quello dell'enologo, è giusto che ognuno vada per la propria strada evitando da una parte all'altra di offrire il fianco alle speculazioni giornalistiche e alle cattiverie che certamente non mancheranno. (Libro consigliato: Maria Luisa Parsi, Ingrati la sindrome rancorosa del beneficato). Ma qual è il vero motore di tutto: l'amore per i vini dell'Etna, per il FARO, per la Malvasia, o il profumo del "mosto-Euro"? ( Film consigliato: "Un uomo per tutte le stagioni 1966"). Auguro al Signor Foti di trovare nei suoi nuovi clienti lo stesso clima di fiducia e di rispetto che ha sicuramente trovato nell'Azienda Benanti. Ad Majora (ottimo vino Benanti), semper…!
-Sassicaia1967 (un'appassionata piemontese dei vini dell'Etna)
Citazione
 
 
-2 #5 monfortino 2012-02-06 22:03 un'appassionata piemontese che si firma Sassicaia , mai letto nulla di più comico
ma non saranno fatti suoi (del cavalier Benanti) se cambia enologo ?
Citazione
 
 
+1 #6 Alessandro B. 2012-02-06 23:15 Se Salvo Foti è una figura importante nel panorama enologico Etneo molto di tutto ciò lo deve sicuramente a Benanti. Giuseppe Benanti alcuni anni fa diede fiducia ad un giovane senza nessuna esperienza, appunto Salvo Foti, come adesso da fiducia ad un altro giovane, se le indiscrezioni verranno confermate. Chissà ? magari anche questa volta potrebbe avere ragione. Penso che questa scelta di scindere l’identità dell’azienda da quella di Salvo Foti possa essere positiva. L’Etna è un luogo in cui la natura è più forte dell’uomo. Anche altri produttori (Ciro Biondi e Valcerasa) hanno deciso di non lavorare più con Salvo Foti e continuano a fare bene e ciò che più conta adesso hanno una loro identità. Salvo Foti continuerà a fare degli ottimi Nero D’avola con Gulfi, ma anche perché Vito Catania è un maniaco delle cose fatte bene. ma Benanti continuerà a fare dei buoni vini e se darà un po’ meno spazio all’enologo ed un po’ più spazio in azienda alla sua personalità, sporcandosi le mani, allora potrà creare emozione pura ! Una grande azienda va oltre l’enologo perchè è fatta di contadini che lavorano ogni giorno, di vigneti e soprattutto è basata su un modello mentale che si chiama qualità. A volte la verità non è quella che sembra. Citazione
 
 
+2 #7 Marco 2012-02-07 09:59 Non contesto il cambio di enologo, ognuno nella propria azienda può fare quello che vuole. Ma era cosi necessario importare un altro enologo? In sicilia non esistono tecnici in grado di sostituire il Sig.Foti? Citazione
 
 
-2 #8 monfortino 2012-02-07 10:20 vabbè una "appassionata Piemontese" che si firma Sassicaia non esiste in natura Citazione
 
 
-1 #9 MAURIZIO BAVAZZANO 2012-02-07 12:53 Salvo Foti è un must della enologia siciliana,al posto di Benanti me lo sarei tenuto ben stretto!
Meglio così,avrà più tempo da dedicare ai gia strepitosi rossi di Vito Catania(..ho assaggiato un futuro Bufaleffi spillato…fantasti co!)
Un saluto caro al mio amico Castagna.
ciao mario!

Maurizio
Citazione
 
 
-3 #10 Sassicaia 2012-02-07 22:55 Ciao Monfortino, ebbeni sì hai colto la mia natura comica…pensa che mi chiamo Sassicaia perchè stimo e apprezzo il grande Maestro Giacomo Tachis per la sua grande cultura, per il suo stile e la sua classe che mi piacerebbe ritrovare in tante new entry affezionati esclusivamente al profumo del mosto euro…Sassicai a1967 Citazione
 
 
0 #11 monfortino 2012-02-08 10:28 Citazione Sassicaia:
Ciao Monfortino, ebbeni sì hai colto la mia natura comica…pensa che mi chiamo Sassicaia perchè stimo e apprezzo il grande Maestro Giacomo Tachis per la sua grande cultura, per il suo stile e la sua classe che mi piacerebbe ritrovare in tante new entry affezionati esclusivamente al profumo del mosto euro…Sassicai a1967


continuo a pensare che non esista in natura un/a piemontese che scelga come pseudo il nome di un vino toscano. In quanto al grande Giacomo Tachis , in Piemonte nn lo presero neanche in considerazione tanto che fu costretto ad andarsene in Toscana per poter lavorare.

per curiosità ma Foti su che Malvasia e su che Faro lavora ?
Citazione
 
 
-6 #12 graziella 2012-02-08 19:52 Ma è vero che l'Enologo Foti è dipendente della Regione Siciliana?
Se dovesse essere vero, come fa a fare il Consulente in Ditte private?
Il resto riguarda la libertà di scelta!!!!
Citazione
 
 
0 #13 Antonino 2012-02-09 11:21 Si Graziella, è proprio vero, Foti lavora in un Ente Regionale che si occupa di grano! Citazione
 
 
+1 #14 Gianni 2012-02-09 13:58 Citazione Antonino:
Si Graziella, è proprio vero, Foti lavora in un Ente Regionale che si occupa di grano!


Magari avrà una doppia Laurea
Citazione
 
 
0 #15 sassicaia 2012-02-24 00:18 Non avevo più risposto alla simpatica polemica scatenata da Monfortino sul mio pseudonimo, ma è giusto che io gli risponda, se pur con un po’ di ritardo. Sono piemontese, amo i vini dell'Etna, soprattutto quelli dell'Azienda Benanti, come ho già chiarito, ma ho scelto lo pseudonimo Sassicaia perché era nelle mie precise intenzioni fare uno strano abbinamento. Tuttavia, oltre allo pseudonimo, i miei post volevano catturare l'attenzione sui cambiamenti che stanno interessando l'Azienda Benanti, un'Azienda che, forse, non ha eguali all'interno del territorio etneo per l’altissima qualità che contraddistingu e ogni bottiglia.
Adesso è ormai fondata la notizia dell'ingresso dell'enologo Beàn al posto di Foti. Ma ben venga il cambiamento se certe continuità hanno perso il profumo del mosto selvatico, se il passato rischia di mutare il vino in aceto!
Il vino è come l'amicizia, quando qualcosa si guasta non si recupera più! Auguro al Cav. Benanti di trovare in Beàn, lo spirito della vite fertile e generosa su cui grondino grappoli d'uva capaci di generare Vino Vero e Sincero.
Sassicaia
Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY