Banner
Banner

02
Lug

Angelo Gaja: "Artigiano e lusso: ecco le parole chiave per il successo del nostro vino"

on 02 Luglio 2018. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - L'intervento

Ogni volta che si presenta in pubblico e parla, fa notizia. E non è stato diverso nemmeo oggi. Angelo Gaja ha partecipato all'11/o Forum internazionale della cultura del vino promosso dalla Luiss e Fondazione Italiana Sommelier.

Tra gli altri, era ospite anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Gaja, poi, è salito sul palco e ha parlato per pochi minuti. Intensi e pieni di cose da raccontare. Per il successo del vino italiano nel mondo è utile ''pensare artigiano'', il coraggio dei piccoli produttori capaci di scelte controcorrente, ma anche ''masticare di più il lusso''. Ha ripreso un po' il discorso che aveva fatto a VinoVip al Forte qualche giorno fa (leggi qui l'articolo). 'Mio padre - ha spiegato Gaja - mi diceva: chi sa bere vino, la bevanda che più crea familiarità e celebra gli incontri, sa vivere. E produrre vino richiede capacità di confrontarsi e capire il senso del tempo. Servono dieci mesi di speranze, passione, emergenza per arrivare ogni anno alla vendemmia. E dopo la raccolta delle uve, l'affinamento in cantina dei rossi richiede almeno altri quattro anni per raggiungere la maturazione. Dando valore al tempo, il vino fa esprimere il produttore, ma andrebbero tutelati i produttori del pensare artigiano, che non necessariamente solo le Pmi. Piccolo è utile per l'innovazione, le aziende artigianali hanno spesso il coraggio di non produrre per il mercato: se va male possono fallire, ma se va bene sono apripista e il beneficio è per tutti. Il nostro mondo del vino ha bisogno del pensare diverso, delle imprese con tutti contro. Lo dimostra l'esperienza innovativa di Ferruccio Biondi Santi a cui devono oggi dire grazie le 280 aziende vinicole di Montalcino. Un'esperienza di impresa, non a caso ora in mano ai francesi, che insegna a tutti noi italiani, e toscani in particolare, a "masticare di più il lusso". A noi il lusso talvolta disturba, i francesi dimostrano invece che c'è una clientela che ricerca i prodotti esclusivi. E il made in Italy di qualità deve essere anche su quella fascia di mercato''.

C.d.G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY