Banner
Banner
21
Mag

A rotoli l'impero di Jamie Oliver: 25 suoi ristoranti a rischio chiusura

on 21 maggio 2019. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Il caso


(Jamie Oliver)

25 ristoranti a rischio chiusura, 1.200 posti di lavoro che "salterebbero". Ecco la portata del disastro finanziario che si sta abbattendo su Jamie Oliver.

In reatà non è la prima volta che lo chef si trova al centro di guai finanziari. Già due anni fa, a causa di una mole di debiti accumulata pari a 80 milioni sterline, il gruppo di ristoranti del cuoco 43enne di Clavering, nel Regno Unito, aveva rischiato di saltare per aria. I dipendenti erano riusciti a tirare un respiro di sollievo solo perché lo stesso chef  aveva immesso nel sistema aziendale diversi milioni di euro dal proprio fondo personale. La bancarotta era stata così evitata, ma evidentemente in due anni i problemi non si sono sanati, nonostante il piano di liquidazione messo in atto nel 2017, che aveva portato alla chiusura di oltre 12 ristoranti. I problemi sono, anzi, peggiorati. 

Oggi infatti il gruppo - comprendente le catene Jamiès Italian, Barbecoa e Fifteen - è sottoposto ad amministrazione controllata e ha incaricato il colosso della consulenza Kpmg di gestire il processo di insolvenza. Lo ha ammesso lo stesso Oliver, che si è dichiarato "profondamente dispiaciuto di questo epilogo, capisco quanto possa essere difficile ora per lo staff e i fornitori e per tutti coloro che verranno colpiti". Una mole di persone tale da far sembrare i circa 600 licenziamenti dello scorso anno, quasi una bazzecola. E che, tuttavia, non sono ascrivibili solo a responsabilità particolari di questa società, ma si inscrivono in una crisi generale che sta colpendo diverse grandi società che somigliano a quella dello chef. La storia imprenditoriale di Jamie Oliver, infatti, fatta di alti e bassi inequivocabili, si muove però su uno sfondo della crisi strutturale del grande retail e di marchi come: Carlucciòs (specializzato pure in gastronomia italiana), Byron Burger e Gourmet Burger Kitchen. 

C.d.G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY