Banner
Banner
01
Mar

Vinitaly, a proposito del caro-alberghi

on 01 Marzo 2012. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Il caso

Riceviamo e pubblichiamo

Egregio direttore,

L'articolo che ho avuto modo di leggere stamattina denota da parte sua un atteggiamento a mio avviso estremamente poco professionale: prima di pubblicare su internet l'articolo di un proprio giornalista (ammesso che di giornalista iscritto all'albo si parli) un buon direttore dovrebbe verificare che il giornalista stesso non abbia scritto inesattezze o non abbia violato gli altrui diritti. Ebbene, la signora che ha scritto l'articolo sugli Hotels di Verona ha fatto entrambe le cose. Innanzitutto se non conoscete la normativa che regola la dichiarazione dei prezzi minimi e massimi degli Hotels in Veneto, sarebbe bene che andaste a vederla o che ve la faceste spiegare da qualcuno: ciascun hotel dichiara alla provincia di appartenenza i prezzi minimi e massimi che intende applicare nell'anno di riferimento e all'interno di tali limiti può decidere di praticare il prezzo che preferisce.  Ancora più grave tuttavia è che non conosciate la ben più semplice legge di mercato che prevede che all'aumentare della domanda di un bene non infinito (camere di albergo) aumenti anche il prezzo delle stesse!!! Cosa volete saperne poi voi di qual è il prezzo medio annuale a cui noi albergatori di Verona vendiamo le camere, o di quanta concorrenza abbiamo, o con quali problemi di flussi turistici cittadini dobbiamo convivere o di quanto ci costa stipendiare i nostri collaboratori?
Inoltre nessuno vi ha autorizzato a pubblicare i prezzi miei o di chiunque altro, che possono essere mostrati solo su portali di natura turistica a fronte di un contratto fra le parti.

In conclusione vi invito a rimuovere immediatamente i nomi e i prezzi dei miei Hotels Piccolo e Porta Palio dal vostro sito in quanto non esiste nessun motivo per cui debbano essere mostrati in un articolo fazioso e basato su presupposti totalmente errati e secondariamente vi invito a scandalizzarvi per gli sprechi e le ruberie della vostra Sicilia piuttosto che per come conduciamo le nostre aziende regolari e rispettose di tutte le leggi qua in Veneto.

Saluti

Jacopo Tonini
Direttore amministrativo Hotel Porta Palio
Hotel Piccolo, Hotel Martini (Verona)

Share

Commenti  

 
+12 #1 ruggito del coniglio 2012-03-01 20:27 leggendo questa puntualizzazion e si ammette indirettamente la speculazione in atto durante il vinitaly! E tutto ciò è 1 VERGOGNA! Se 1 struttura era commercialmente corretta questa precisazione sarebbe stata fuori luogo! In qst periodo di crisi e in un ottica di risparmio da parte di enti e aziende ke esporranno al vinitaly, ki fa parte dell'indotto della fiera dovrebbe rivedere i suoi prezzi "gonfiati", altro ke legge di mercato e normativa regionale su alta e bassa stagione. Fa ridere il fatto che x nascondere la furberia di qlk1 si accusa di incapacità il giornalista e la testata ke INFORMA di qst schifo! Forse qlk1 nn sa ke la notizia, cm in qst caso, si verifica prima. Seguendo 1 legge base di costumer satisfation dovremmo boicottare questi furbi avvisando qnt più istituzioni e aziende sulla furberia di qlk1. Mi auguro anke ke la notizia arrivi alla Guardia di Finanza! Sugli insulti alla testata e al meridione bhè questi si commentano da soli! Se a Verona la pensassero cm qst signore verrebbe di dire che Verona rimane un piccolo capoluogo di provincia dalla mentalità chiusa e nn adegauta al grande evento che ospita! A Milano qst nn avviene Citazione
 
 
+9 #2 Paolino 2012-03-01 21:01 Direttore Carrera non molli! Porti avanti la campagna. Non se ne può più di questi speculatori, parassiti che si nutrono del sudore di noi piccoli produttori Citazione
 
 
+9 #3 Colfondo 2012-03-01 22:04 Siamo alla frutta! Le leggi in veneto?! Se un direttore amministrativo si permette di scrivere qste c@##@te siete messi male, evidentemente soffrite sempre la sudditanza culturale che dimostrate sempre anche durante le fiere, andate a studiare prima di fare i d.a. Evidentemente qst signore non ha capito che la Sicilia è fatta anche di persone e aziende che pagano le tasse senza cravatta verde. Posso solo dire a qst signor nessuno (pilifemo docet) che Verona x me è fuori dal mondo. Sarà l'ultimo anno in cui i produttori svegli parteciperanno. Afc jacopo Citazione
 
 
+10 #4 pierina 2012-03-01 22:42 Egregio direttore Tonini, mi rincresce doverle dire che ha perso una grossa occasione: quella di stare zitto. Per noi invece ci invita a nozze perchè abbiamo il pretesto di riaprire l'argomento. Ella ha ragione di scrivere che è la legge di mercato, infatti io per questo non ce l'ho con lei , ma con quelle persone che continuano a venire a Verona o, peggio, che continuano a servirsi degli alberghi di Verona. La scrivente nei 4 anni di partecipazione al Vinitaly se ne è andata ad oltre 20 km dalla città, pagando così cifre modeste. La verità è che visto il caro fiera anche gli espositori dovrebbero astenersi di frequentarla, dedicandosi ad altre manifestazioni magari meno di immagine ma sicuramente di maggiore ricaduta commerciale. Poi lei ha detto 2 cose deprecabili: 1 che è obbligatorio aumentare smisuratamente i prezzi in certe occasioni. Allora gli albergatori che non hanno queste opportunità che fa non pagano gli impiegati o si suicidano? 2 vorrebbe costringere Cdg a non pubblicare qualcosa che è pubblico per legge? Complimenti!
Il fatto è che la verità spesso fa male a chi questa verità nuoce.
Citazione
 
 
+6 #5 francesco 2012-03-02 00:38 Direi che non sarebbe da escludere un esposto al sindaco tosi sugli affitti selvaggi durante il vinitaly. camere in catapecchie denoiminate beb inpropriamente, con bagno condiviso e tra l'altro arrangiate alla meno peggio a 100 o addirittura 120 euro a notte. Vergogna!! Citazione
 
 
+9 #6 Gigia 2012-03-02 11:05 Quoto Pierina. Per il Vinitaly abitualmente prenoto 2 notti in centro, ma quest'anno chiederò alla agenzia che si occupa dei miei spostamenti di cercarmi un hotel in provincia di Verona. Grazie per il suggerimento. Congratulazioni a Cronache di Gusto Citazione
 
 
+8 #7 Vince 2012-03-02 11:52 Un direttore amministrativo di un Hotel dovrebbe avere almeno una conoscenza di base dei rapporti legali che intrattiene con clienti e canali di vendita (i.e., siti internet). Tutto quanto affermato dal sig. Tonini è errato e offensivo.
Tra l'altro gli farei notare che lo stesso sito internet che lui dice essere il solo autorizzato a pubblicare i prezzi della sua struttura alberghiera (enorme castroneria ancor più grave perchè pronunciata da un operatore) riporta apposita dicitura in cui si avverte l'utente che nel periodo del Vinitaly i prezzi sono sensibilmente più alti rispetto agli altri periodi dell'anno, ovviamente a parità di strutture.
Citazione
 
 
+15 #8 Gerry 2012-03-02 13:22 Che arroganza!! Corro a fare pubblicità negativa agli albergi di mister sapientino!!
In riferimento alla frase sulle aziende rispettose elle leggi e che pagano le tasse poi … da ridere.. Sig.Jacopo Tonino di Padania ma non dica "[censored]te"!!!
Vi consiglio di sbirciare questi due link:
http://www.newnotizie.it/2011/12/nulla-tenente-per-il-fisco-in-realta-ha-200-milioni-di-euro/
http://www.forzadelsud.it/evasione-fiscale-al-nord-a-verona-un-negoziante-su-tre-non-rilascia-scontrino/
Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY