Banner
Banner
18
Mar

I due nuovi monovarietali dell'Azienda Agricola Rallo, storie di re e nobildonne

on 18 Marzo 2014. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Il prodotto

Nuovi stimoli, vini e punti di riflessioni dall’Azienda Agricola Rallo.

Con il millesimo 2013 Andrea Vesco lancia due nuovi prodotti, Evrò e Manto. Autoctoni, monovarietali e intimamente siciliani, i nomi sono ispirati a figure storiche del basso medio evo. In questo caso tra il 1.090 e il 1.450 e, per chi è curioso, è impossibile non approfondire.

Il vino: Evrò, un fragrante Insolia in purezza di Alcamo dalle note agrumate e di mela, prende spunto da Bianca Di Navarra, Contessa di Evreux, ultima e coraggiosa regina di Sicilia, una donna bella e intelligente che tenne testa all’avida e oltraggiosa nobiltà isolana del tempo. Le storie che intrecciano la vita di Bianca si snodano tra scontri, fine diplomazia e fughe rocambolesche. Rimasta vedova in età giovanissima fu desiderata per la sua bellezza e per motivi politici assieme, un cocktail esplosivo. Tra i suoi spasimanti, il più conosciuto è senza dubbio Bernardo Cabrera, Conte di Modica e Grande Ammiraglio del Regno di Aragona, il quale da accompagnatore nel primo matrimonio si trasformò, dopo la vedovanza, in innamorato folle. Numerose e a più riprese le schermaglie tra Palermo e Alcamo, e se non fosse stato per il Castello di Alcamo probabilmente il Cabrera ci avrebbe rimesso le penne.  La bella etichetta di colore blu del vino ne raffigura la struttura.

Manto, invece, è un Nero d’Avola fresco e morbido, dai profumi di more e spezie tra le quali spicca il pepe nero. Il nome si riferisce al mantello, il manto appunto, indossato dal normanno Ruggero II d’Altavilla, nonno dell’imperatore Federico II di Svevia. Ruggero visse la sua infanzia a Palermo ed ebbe precettori raffinati, tanto che imparò le lingue greca, latina e araba. Un uomo dall’istruzione ricca e trasversale. L’accostamento tra la trama fine, la morbida avvolgenza, il tessuto cesellato del vino, da un lato, e il prezioso drappo ricamato nelle officine reali di Palermo, chiamate Tiraz, puntellato da pietre rubinee, dall’altro, è assolutamente indovinato. Un lembo del prezioso manto è raffigurato nell’etichetta.
Entrambi i vini provengono dalla tenuta di Patti Piccolo presso il comune di Alcamo (Trapani). La famiglia Vesco la coltiva in regime biologico. Le cantine, in Marsala, hanno ultimato l’imbottigliamento nel febbraio 2014.

Ed ecco un’ulteriore e interessante novità: l’Evrò disporrà, tra l’altro, di un tappo particolare. E’ un tappo naturale, “bio”, carbon free, a impatto ambientale ridotto. E’, infatti, ricavato dalla lavorazione della canna da zucchero. Il ciclo di produzione richiede un impiego di soli 2 centilitri di acqua. Dal punto di vista della conservazione, grazie alla fibra naturale il vino “continua a respirare” così come con un tappo in sughero. Non solo: proprio perché in fibra è totalmente riciclabile e può essere usato come combustibile ecologico. L’azienda, che per il momento riserva l’utilizzo di questo tappo su quasi tutta la linea dei “bianchi”, è pioniera in Sicilia nel suo impiego, coerentemente con le politiche aziendali che mirano al rispetto dell’ecosistema.

Il vino sarà sugli scaffali entro il mese di marzo ad un prezzo tra i 9 e gli 11 euro.

Francesco Pensovecchio

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY