Banner
Banner
04
Lug

Capperi, nelle Eolie raccolto in aumento: "La Dop servirà ad unire il nostro arcipelago"

on 04 Luglio 2019. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Il prodotto

di Giorgio Vaiana

E' quasi un rito. Che si ripete da decine e decine di anni. Scalare terreni impervi, stare ore sotto al sole. Per raccogliere, uno dopo l'altro, i capperi. 

I baccelli di una pianta unica, straordinaria, che regala non solo queste profumatissime e saporitissime sfere di un colore verde tipico, ma anche i fiori e i frutti, che qui sulle Eolie chiamano "cucunci". Ad aprile, a seconda della posizione del terreno, comincia la raccolta. A Salina, è già cominciata qualche mese fa nelle zone di Santa Marina e di Lingua. Qui è l'unica zona dove le piante vengono fatte riprodurre con il metodo delle talee che si preparano l'anno prima scegliendo i rami migliori, che abbiano almeno due gemme. Poi vengono messe a vivaio e fatte radicare. La resa è bassissima. Solo il 30, 40 per cento arriva al germogliamento. A ottobre si cominciano a preparare i terreni che ospiteranno la talea all'inizio del nuovo anno, tra gennaio e febbraio. Il sesto d'impianto ha le dimensioni di 2,5 metri per lato e da una singola pianta possono essere raccolti 5, 6 chili di capperi.


La pianta, infatti, produce nuovi boccioli ogni 8 giorni. "Quindi - spiega Nino Caravaglio, uno dei produttori di capperi dell'isola di Salina - la raccolta è un lavoro quotidiano. Perché le piante non germogliano tutte nello stesso istante". Si gira per il terreno e si raccolgono i capperi. Oppure si lasciano sulla pianta se si vogliono ottenere i "cucunci", i frutti di questa pianta splendida. "All'incirca si ha il frutto dopo 10, 11 giorni - spiega Caravaglio - La pianta è ermafrodita, si autoimpollina. Prima sboccia il fiore con 4 petali, un centinaio di stami (la parte maschile della pianta) e un unico gineceo (la parte femminile). Da qui si origina il frutto, che è una bacca con i semi all'interno che qui è sempre stato chiamato cucuncio".


(Nino Caravaglio)

La produzione media di capperi nelle Eolie si attesta sui 600, 700 quintali all'anno. E non è poco. Quest'anno, la produzione dovrebbe aumentare, visto che in questi anni sono state realizzate nuove zone di produzione. "Ci sono nuovi produttori che hanno scommesso su questo prodotto - dice Nino - Ma la pianta del cappero ha bisogno di almeno 5 anni perché arrivi a regime di produzione". La Dop capperi delle Eolie dovrebbe arrivare a giorni. La pratica è ormai a Bruxelles dove dovrebbe ricevere l'ok definitivo da parte della commissione europea: "Una dop che unirà le Eolie, il loro territorio, pur mantenendo inalterata la questione identità - spiega Caravaglio - I produttori, infatti, potranno sempre inserire in etichetta l'isola di produzione e il nome stesso del produttore. Ma ritengo che questa Dop sia un marchio di grande unione per l'intero arcipelago eoliano". I Capperi si producono nella quasi totalità a Salina. Piccole produzioni ci sono pure nelle isole di Alicudi, Filicudi, Lipari e Vulcano.  

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY