Banner
Banner
Banner
01
Mar

Steven Spurrier uomo dell'anno per Decanter: è il papà de L'Académie du Vin

on 01 Marzo 2017. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Il premio


(Steven Spurrier)

Steven Spurrier è stato nominato uomo dell'anno dalla prestigiosa rivista Decanter "per aver dedicato la sua vita al servizio del vino con passione e la massima distinzione".

Spurrier è un critico, giornalista, buyer, imprenditore, scrittore di guida per vini, vinaio, visionario, mentore, ristoratore, autore, educatore, giudice, comunicatore e consulente. Sono solo alcuni dei ruoli che porta avanti con la stessa passione ed intensità. Dopo la scuola a Rugby e l'università presso la London School of Economics, ha iniziato la sua carriera alla Christopher in St James nel 1964. Poco dopo ha fatto il Grand Tour dei vigneti in Europa. Ha lavorato una vendemmia in Borgogna e ha trascorso altri sei mesi a Bordeaux, poi Rodano, Alsazia, Champagne, Germania e Spagna. "E' stato meraviglioso - ricorda - Stavo benissimo".

E' stato nel 1970 che Spurrier è diventato famoso come commerciante di vini a Parigi. Era il periodo magico per il suo negozio di vino "Les Caves de la Madeleine", che irrompe sulla scena come un tesoro di gemme da scoprire. In breve tempo è arrivato il grande successo con L'Académie du Vin. Non solo era la prima scuola del vino in Francia, ma è diventata anche un modello per tanti altri in tutto il mondo. La sua passione per l'educazione del vino è iniziata a Parigi, ma poi si è spostata in tutto il mondo. Nel 1982, Micheale Broadbent gli chiese di avviare un corso di vini da Christie's a Londra. Fu fondamentale per la creazione di altre Académie du Vin a Tokyo e Roma. Spurrier ha sdoganato nel paese enologicamente più conservatore i vini del nuovo mondo, con sense of humor tipicamente britannico, i vini californiani. Il Judgement of Paris, la degustazione alla cieca di grandi vini francesi e californiani (Chardonnay e per i rossi Bordeaux e Cabernet Sauvignon Usa) ha segnato una svolta storica nel mondo del vino. Perché i nove migliori palati de la République (più un’americana e lo stesso Spurrier) hanno decretato in ogni categoria la vittoria delle etichette americane. Una superiorità mal digerita (i giornali francesi del tempo avevano oscurato la notizia) che si è ripetuta, puntuale, nelle due repliche del Judgement, una ancora a Parigi nel 1986, l’ultima nel 2006 in simultanea a Londra e Napa Valley a cui hanno partecipato anche alcuni degustatori della primo storico evento.Nel 1980 iniziò la sua passione per la scrittura e divenne redattore di decanter, raccontando i suoi viaggi e le sue fantastiche degustazioni. 

Ha appena assunto la carica di presidente onorario del Wine & Spirit Education Trust, ma lui ama ripetere: "Il mio più grande successo? L'Academie du Vin e le grandi persone con cui ho lavorato a Parigi".

C.d.G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Isidoro La Lumia, 98
90139 Palermo
tel. 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it