Banner
Banner
03
Mar

La migliore chef donna: in corsa Caruso, Potì, Soncini e Klugmann

on 03 Marzo 2019. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Il premio


(Dall'alto in senso orario, Maria Grazia Soncini, Antonia Klugmann, Isabella Potì e Martina Caruso)

di Michele Pizzillo

La prima è stata Caterina Ceraudo del ristorante Dattilo di Strogoli, in Calabria. Seguita, l’anno scorso, da Fabrizia Meroi, chef del ristorante Laite, nella friulana Sappada. 

Per la terza Chef donna 2018 by Veuve Clicquot, riconoscimento voluto dalla celebre Maison de Champagne in partnership con Michelin Italia bisognerà attendere alle 19,30 di lunedì 4 marzo, quando all’appuntamento dell’Atelier des Grandes Dames 2019, a Milano, sarà svelato il nome della vincitrice. Nel frattempo è iniziata una sorta di lotteria con puntate sui nomi più gettonati che, secondo i bene informati, si va dalla siciliana Martina Caruso del ristorante Signum a Salina – una delle più giovani chef a conquistare la stella Michelin - alla pugliese Isabella Potì del Bros di Lecce, e a mano a mano che si sale lo Stivale, magari  tenendosi dalla parte del mare Adriatico, si potrebbero incontrare nomi come quello di Maria Grazia Soncini de “La Capannina di Eraclio” a Codigoro in provincia di Ferrara e, poco più su, nell’area del Collio, in Friuli, dove c’è Antonia Klugman del ristorante L’Argine a Vencò.

L’unica certezza, al momento, è che gli ospiti di Veuve Clicquot, lunedì sera saranno deliziati dal cocktail dinner che preparerà la “regina in carica”, Fabrizia Meroi. Mentre per degustare la cucina della nuova Grand dame dei fornelli italiani, bisognerà attendere alla quarta edizione del premio. “Un riconoscimento pensato per promuovere, sostenere e valorizzare il lavoro delle cuoche nelle cucine professionali, nonché nell'alta ristorazione, e fa parte del più ampio progetto Atelier des Grandes Dames, sempre ideato da Veuve Clicquot e teso a fare emergere, nella società come ai fornelli, il valore aggiunto della femminilità in termini di savoir-faire, audacia, creatività e determinazione”, fanno sapere dal headquarter italiano della Maison, con Francesca Terragni nel ruolo di direttore marketing e comunicazione di tutti i brand di Champagne, wine e spirits di Moet Hennessy Italia. Che, a proposito di Atelier des Grandes Dames, sottolinea che “il network intende riunire competenza, talento, intraprendenza delle donne imprenditrici della ristorazione e supportarne il talento nonché favorire le competenze dei singoli e del team. Ci auguriamo che l’iniziativa cresca, anche perché, in Italia ci sono 42 donne chef stellate, quasi 1/3 del totale mondiale, ma non hanno nessuna associazione al femminile che le rappresenta”.

Un’idea del genere poteva nascere solo in un’azienda fondata nel 1772, famosa per il coraggio di una donna, Barbe-Nicole Ponsardin, con il marito venuto a mancare nel 1805,  quando lei aveva solo 27 anni, ne prende le redini e riesce a portare il suo prezioso vino in tutto il mondo. Veuve Clicquot creò sia il primo Champagne millesimato, sia la table de remuage (l’attuale pupitre) e poi anche la produzione dello Champagne rosé. I vini di Madame Clicquot diventano subito simbolo di lusso e di piacere. Da questa storia unica, probabilmente irripetibile, nasce l’idea di un progetto dedicato all’imprenditoria femminile nel campo dell’alta ristorazione, “Atelier des Grandes Dames” appunto, che è il network di talenti femminili della eno-ristorazione che hanno saputo affermare la loro imprenditorialità e il loro stile professionale.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY