Banner
Banner
14
Lug

A Ragusa una pizza senza segreti

on 14 Luglio 2011. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - I nostri consigli

Lenta lievitazione, cottura in forno con tre diversi tipi di legna e grande attenzione per la materia prima: sono gli ingredienti di Caravanserraglio Ragusa, premio Best in Sicily 2011


Francesco Cassarino e la moglie Giovanna

È considerato da molti uno dei migliori indirizzi dove gustare un’ottima pizza, apprezzamento che gli ha regalato anche il premio Best in Sicily 2011 come migliore pizzeria, ma non chiedete a Francesco Cassarino qual è il suo segreto o resterete delusi.

“Dietro alla mia pizza – racconta Francesco, chef e patron insieme alla moglie Giovanna del Caravanserraglio di Ragusa – ci sono solo poche e semplici regole: lievitazione da un minimo di 30 fino ad un massimo di 70 ore, in base alle condizioni climatiche, cottura in forno a legna con tre diversi tipi di ceppi e grande qualità degli ingredienti”. A sentire lui, quindi, una buona pizza non necessiterebbe di strane alchimie, ma soltanto di tanta pazienza e una buona dose di devozione per un cibo considerato ancora “da strada” e, forse anche per questo, non meritevole di molte attenzioni.


Interni del Caravanserraglio

“La cottura con tre diversi tipi di legna - spiega Francesco – è molto importante, perché ciascuno ha una propria caratteristica che rende unico il sapore della pizza: agrumi per il profumo, carrubo per la fragranza e, infine, olivo, che permette di mantenere costante la temperatura. La Provincia di Ragusa vanta tra l’altro una lunga tradizione nell’utilizzo del forno a legna. Per la cottura della pizza è importante, inoltre, che i mattoni siano refrattari e che il forno sia basso in altezza. Quello che so sulla preparazione e sulla cottura della pizza Io devo agli insegnamenti delle mie nonne”.
Per la base della pizza,  diversamente da altre tradizioni, tra cui quella napoletana, al Caravanserraglio utilizzano almeno un terzo di farina di grano duro, come vuole la cultura della panificazione siciliana. I panetti hanno un peso medio di 220 gr. e lievitano ad una temperatura inferiore ai 6 gradi per permettere un’azione più efficace dei saccaromiceti, responsabili del processo di lievitazione.


Giro Pizza

Le pizze cambiano spesso in base alla stagionalità degli ingredienti, tutti assolutamente freschi e citati dettagliatamente nel menu. Nel “giro pizza” propostoci da Francesco abbiamo degustato le seguenti pizze: Garibaldi, con mozzarella, mortadella Dop, ciliegino, grana, pistacchi, bucce di limone e olio extra vergine di oliva; Tuma Persa, con tuma persa, ciliegino, cipolla, acciughe, olive e olio extra vergine di oliva; Perlina, con mozzarella di bufala, ciliegino, melanzana perlina, filetti di acciughe extra del mar cantabrico e olio extra vergine di oliva; Trifoglio, con pomodoro, mozzarella, prosciutto cotto, spinaci freschi, battuto di basilico e mandorle, grana e olio extra vergine di oliva. La pizza risulta sottile e con bordo stretto e basso, il che permette di apprezzare meglio i sapori della ricca farcitura, e la pasta croccante ma allo stesso tempo morbida.


Pizza Garibaldi

Pizza Tuma Persa

Pizza Perlina

Ogni pizza, inoltre, in base al condimento, ha dei tempi di cottura differente, ulteriore attenzione per ottenere il miglior risultato possibile. I prezzi risultano superiori rispetto a quelli della maggior parte delle altre pizzerie siciliane, ma è una spesa ampiamente ripagata dalla soddisfazione del palato e dalla consapevolezza di avere gustato un prodotto con ingredienti locali, che ci auguriamo compaiano sempre più numerosi nella lista del menu. Notevole la ricca cantina, con molte etichette europee ed internazionali e l’interessante selezione di birre artigianali.
Bisogna riconoscere a Francesco Cassarino il merito di aver dato alla pizza, troppo spesso considerata un piatto di serie B,  la dignità che le spetta, grazie ad un assoluto riguardo per la qualità degli ingredienti ed alla acquisizione degli antichi saperi della preziosa tradizione gastronomica siciliana.

Daniela Corso

 
 
Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it