Banner
Banner
Banner
14
Ago

Pino Cuttaia o Ciccio Sultano?

on 14 Agosto 2016. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Il dibattito


(Ciccio Sultano - ph Marcello Bocchieri - e Pino Cuttaia)

Volete creare un divertente dibattito nel sonnacchioso Ferragosto 2016? Se avete amici a tavola, purchè siano gourmet e frequentino ristoranti di vaglia, interrogateli su chi preferiscano tra Pino Cuttaia e Ciccio Sultano. 

La discussione partirà in un istante e il coinvolgimento sarà garantito. I nomi non mettono d'accordo tutti e nessuno si sottrarrà a dire la sua perchè Cuttaia e Sultano rappresentano al momento le punte più alte della ristorazione siciliana. Non è un fatto di stelle Michelin perchè ad averne due, come il patron de La Madia e il suo collega del Duomo, ci sono anche i bravissimi Vincenzo Candiano, chef de La Locanda di Don Serafino di Ragusa Ibla e Massimo Mantarro del Principe Cerami del San Domenico di Taormina. Talentuosi, ma più schivi, principi dei fornelli, ma meno attratti dalle sirene mediatiche. E dunque Cuttaia o Sultano: chi preferite? Giuro che questo pezzo nasce proprio da un dibattito nato per caso con un po' di collaboratori di cronachedigusto.it che ora saranno lì a rileggersi queste righe. Parliamo di piatti, cucina, fornelli, ristoranti, servizio, carta dei vini, location e due città molto diverse come Licata e Ragusa Ibla. Parliamo di due professionisti. Cuttaia o Sultano? È come dire: Coppi o Bartali? O se preferite Mozart o Beethoven? 

Come scrive in un articolo puntuto e puntuale Lorella Di Giovanni che pubblicheremo domani, Cuttaia gioca sul filo della memoria e delle nuove forme che rappresenta al suo avventore; Sultano attinge a piene mani alla cultura siciliana ricca com'è di contaminazioni e contraddizioni. C'è anche il riflesso caratteriale. Per chi come me conosce entrambi è puro divertimento coglierne sfumature tra asperità (Ciccio), sbalzi d'umore, affabilità (Pino), vanità e senso ludico della vita, attaccamento alle origini e ambizioni. Più avvolgente Pino, più austero Ciccio. C'entrano ovviamente i percorsi familiari e professionali. Sono entrambi autodidatti, Cuttaia più propenso a ricordare gli aneddoti personali (la scoperta della libertà sbucciando tanti anni fa una cipolla, l'iniziazione della sua straordinaria carriera), Sultano più attento a fare emergere fatiche e sottomissioni (se vuoi comandare prima devi essere stato bravo ad ubbidire, é un motto che ama ripetere). Mediaticamente complementari per una Sicilia che ha voglia di uscire dal guscio. Cuttaia penalizzato da Licata, Sultano si direbbe aiutato da Ibla che però in realtà comincia ad essere un po' piccola per lui. I due si amano? Difficile dirlo. Secondo noi la competizione c'è, ma tenuta a bada dal senso di amicizia e di appartenenza culturale. Dall'idea di far parte di un sistema che deve essere compatto e deve vivere di reciprocità. 

Eppure difficile trovare pareri uniformi se chiedete un parere sui due chef. Molto difficile non scatenare dibattiti anche animati. Ora che i due sono gli chef dei ristoranti Supertop dell'Isola per il Giornale di Sicilia (leggi qui) avranno anche un po' di popolarità per un pubblico più generalista. Sui piatti e le loro proposte vi rimandiamo a domani. Ed allora: Cuttaia o Sultano? Noi - ed è la nostra verità - non potremmo fare a meno di entrambi. E voi che dite?

F.C.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Isidoro La Lumia, 98
90139 Palermo
tel. 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it