Banner
Banner
13
Set

Guide ai vini 2012: ecco i Tre Bicchieri in Sicilia

on 13 Settembre 2011. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - L'anticipazione

Riparte la stagione delle guide. Ed ecco i tre bicchieri 2012 del Gambero Rosso in Sicilia.

Per l’edizione 2012, la prima senza la firma di Daniele Cernilli (la guida è affidata come l’anno scorso al trio Gianni Fabrizio, Eleonora Guerini e Marco Sabellico), si conferma alla grande l’Etna, territorio enologico in grande spolvero e questa volta anche con i bianchi mentre balza agli occhi il «tre bicchieri» al Plumbago ’09 di Planeta, in vendita in enoteca a meno di 10 euro. Come dire: ottimo vino e prezzo più che accessibile e quindi immaginiamo un’edizione della guida che tende a premiare, visti i tempi, molte etichette dal prezzo poco altisonante. Una nuova tendenza? Vedremo. Intanto ecco i tre bicchieri 2012:

Sull’Etna
Etna Bianco «A Puddara» ’09 Tenuta di Fessina
Etna Bianco ’10 Graci
Etna Rosso San Lorenzo ’09 Girolamo Russo
Etna Rosso Cirneco ’08 Terrazze dell’Etna
Etna Rosso Cavanera Rovo delle Coturnie ’09  Firriato
Etna Rosso Contrada Porcaria ’09 Passopisciaro

Nel resto della Sicilia
Lu Patri ’09 Baglio del Cristo di Campobello
Nero Bufaleffj ’07 Gulfi
Faro Palari ’09 Palari
Sagana ’09 Cusumano
Plumbago ’09 Planeta
Cartagho ’09 Settesoli
Rosso del Conte ’07 Tasca d’Almerita
Passito Gianfranco Ferrè ’09 Feudi del Pisciotto
Ben Ryè ’09 Donnafugata
Passito di Pantelleria Nes ’09 Pellegrino

C.d.G.

Share

Commenti  

 
0 #1 F. 2011-09-13 19:28 Tranne qualche piccola eccezione (due vini, forse tre, se vogliamo essere proprio buoni !!), veramente RIDICOLI !!

…vi posso solo augurare di non fare ancora peggio con la guida del GDS…
Citazione
 
 
0 #2 Claudio Mandalà 2011-09-13 19:38 Ma come si fa a valutare un vino rosso come il Prephilloxera Vigna di Don Peppino o il Rosso del Conte, del 2009 ???!!!

Quando acquisto vini così giovani il mio enotecario di fiducia mi dice di aspettare sempre almeno uno o due anni prima di aprirli, perché così sono imbevibili.

Mi fido sempre meno delle guide.
Citazione
 
 
0 #3 Giorgio 2011-09-14 10:55 Mi verrebbe da dire, ridateci il buon vecchio Cernilli…
Almeno fino all'anno scorso per alcuni Tre Bicchieri c'era la giustificazione di Daniele e del suo celebre conflitto di interessi. Ora il Gambero non ha più alibi e ci fa capire che tutto è cambiato perché non cambiasse nulla…Noi fummo i Gattopardi, i Leoni; quelli che ci sostituiranno saranno gli sciacalletti, le iene; e tutti quanti Gattopardi, sciacalli e pecore continueremo a crederci il sale della terra…
Insomma rimangono i Cusumano, I Firriato (addirittura con un vino etneo) I Pellegrino (chissà come sono felici i Rallo di condividere i Tre Bicchieri con l'azienda che più si è battuta per il cambiamento del disciplinare del passito, i liquorosisti per eccellenza…) e immancabile il proprietario vero del Gambero…
Citazione
 
 
0 #4 andrea 2011-09-14 14:20 Citazione Claudio Mandalà:
Ma come si fa a valutare un vino rosso come il Prephilloxera Vigna di Don Peppino o il Rosso del Conte, del 2009 ???!!!

Quando acquisto vini così giovani il mio enotecario di fiducia mi dice di aspettare sempre almeno uno o due anni prima di aprirli, perché così sono imbevibili.

Mi fido sempre meno delle guide.


Le guide devono recensire i vini dell'annata in cui escono sul mercato… non è che un Barolo o un Amarone siano + bevibili da subito del Rosso del Conte. Alcuni produttori come scelta aspettano + degli anni previsti dal discipliare per metterli sul mercato. Di sicuro i giudizi sono "in prospettiva" cercando di capire in base a quanto assaggiato se sarà o meno un grande vino… o meno…
Citazione
 
 
0 #5 Marco 2011-09-14 14:27 Sempre i soliti nomi!!! L'eccellenza siciliana non può essere Cusumano, Firriato, Pellegrino e Settesoli … vuol dire che in 30 anni i vini siciliani non sono cresciuti!!!
Ci sono realtà molto più vere di queste … con prodotti molto meno pubblicizzati ma di gran lunga superiori!
Vergognosi
Citazione
 
 
0 #6 Giovanni 2011-09-14 15:20 (1) per Claudio: MAGARI fosse quello il problema! Puoi rispondere al tuo enotecario che se il vino è buono da giovane, è ben probabile che rimanga buono anche dopo qualche anno, sicuramente non viceversa (Ma chi è il tuo enotecario??!! Dillo!!) La guida GDS è molto più nervosa e soggetta ad errori perché mette a confronto tutte le aziende. Alla fine, anche se prende un "5 meno" (peccato per alcune evidenti michxxte) si può ancora leggere… solo se ve la regalano. (2) per Giorgio: parlare del passato distrae dal presente, quindi non piagnucolare. Se ti piace Cernilli, invitalo a cena. Basta un piatto di bucatini cacio e pepe e Daniele accorrerà felice. Poi, te lo tieni bello stretto, da solo, a casa tua, perché è uno che annoia… ma annooooooooia… Parla di vino come un prete del peccato (condanna con veemenza ma sotto sotto gli piace). E comunque ormai non se lo fila più nessuno, bonanima… (3) Ma vi siete accorti che la metà dei vini premiati del Gambero è dell'Etna?? Per chi vive il vino e il mondo è una tendenza che già è nell'aria da quattro anni. E' vecchiume! E voi arrivate solo adesso?! I produttori l'hanno sentita prima. E infatti, Tasca, Planeta, Firriato, Cusumano, Tenuta di Fessina (!?!), Terre Nere (!?!) (coloni, nient'altro che coloni) e chi più ne ha più ne metta, sono già pronti con i oro bei vinelli! E quindi? Quindi vino=business, come fossero telefonini, ma non c'è da scandalizzarsi. Il vino buono c'è e si sanno anche i nomi. E' sempre quello. Quindi, di cosa si preoccupa chi ha studiato? Citazione
 
 
0 #7 F. 2011-09-14 16:01 Leggendo questi primi commenti almeno c'è una nota positiva : gli appassionati stanno cominciando a capire cosa vuol dire qualità e a ragionare autonomamente !
…quelli del Gambero sembrano invece sempre più lontani dalla realtà, è come se scrivessero da una dimensione parallela…
Citazione
 
 
0 #8 C.d.G. 2011-09-14 17:40 Calma ragazzi. Ci fa piacere che scrivete. Ma meno livore, meno rancore, please. Stiamo parlando di vino mica delle sorti del pianeta. Poi sulle guide, capisco che i giudizi possano non piacere. Ma alla fine se non vi piace quello che c’è scritto, basta non comprarla. Se non vi piacciono i vini premiati, basta non comprarli. Alcune delle aziende premiate hanno contribuito, in alcuni casi, a sdoganare l’immagine del vino siciliano. E se ne sentiva il bisogno. Se poi col tempo i giudizi cambiano, le tendenze pure, quella è un’altra storia. Ma il livore no, quello non è giustificato. Citazione
 
 
0 #9 F. 2011-09-16 18:34 Parlare di livore mi sembra eccessivo…
Si tratta solo di interventi di appassionarti…
Le guide danno giudizi e i lettori esprimono le loro opinioni, tutto qui…
Tengo poi a fare una precisazione : la lista è stata aggiornata ma tutti i commenti si riferiscono alla prima anticipazione nella quale mancava qualche nome. Dovreste essere più precisi, sia per rispettare chi fa i commenti, sia per rispettare il lavoro dei produttori che sono stati aggiunti in un secondo momento e si beccano comunque i commenti fatti prima.
Citazione
 
 
0 #10 C.d.G. 2011-09-19 11:52 Era stato scritto che la lista era parziale. Mancavano solo due vini su una lista di oltre una dozzina di etichette e sull'Etna uno solo, poi non premiato. In ogni caso l'anticipazione resta. Citazione
 
 
0 #11 F. 2011-09-19 15:32 Ho letto che la lista era un'anticipazione ma il problema è un altro :
bisogna abbinare i commenti con la lista a cui si riferiscono per cui dovremmo avere l'anticipazione e la lista definitiva con i relativi commenti e non tutto insieme.
E' vero che la differenza è di soli 3 vini (Contrada Porcaria, Lu Patri e Nero Bufaleffj), ma in questo caso spostano molto per vari motivi… (i lettori competenti capiranno sicuramente)
Citazione
 
 
0 #12 P. d’A. 2011-09-19 23:31 Caro F. cosa sposta, nell’ambito del panorama vitivinicolo siciliano, i Tre Bicchieri a Passopisciaro, Gulfi e Baglio del Cristo di Campobello? Mi sfugge. Citazione
 
 
0 #13 F. 2011-09-20 00:48 Per P.d'A. :
scusami se non ti do una risposta precisa. Mi fermo qui…
Chiarire quanto ho detto innescherebbe troppe polemiche, molti interventi a cui dovrei rispondere e poichè nei prossimi giorni sarò impegnatissimo non mi sembrerebbe educato nei confronti dei lettori lasciare in asso la discussione…
Spero solo che qualcuno abbia capito, basterebbe solo assaggiare i vini e conoscere a fondo le aziende che li producono.
…per non parlare poi di prodotti assolutamente eccezionali che vengono praticamente ignorati…
Comunque mi riferivo più ad una questione di correttezza e precisione di cronaca (sono elementi che fanno la qualità dell'informazione !)piuttosto che al panorama vitivinicolo siciliano.
Ti saluto e ti auguro tante buone bevute di vini di qualità, territoriali, non omologati (…in Sicilia ancora se ne trova qualcuno…)
Citazione
 
 
0 #14 P. d’A. 2011-09-20 10:26 Per F.: Peccato. Ci piacerebbe davvero conoscere qualche vino siciliano imperdibile secondo il tuo parere. Citazione
 
 
0 #15 Giovanni 2011-09-20 16:34 Michxxte!!! Appoggio P. d’A. alla grande: vorrei tanto sapere di un vino siciliano imperdibile e ascolterei volentieri le osservazioni di F., anche se ipoteticamente capaci di scaturire polemiche. Sennò qui che ci stiamo a fare? E poi io ho pazienza… posso aspettare… :) Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY