Banner
Banner
16
Gen

Elena Fucci: “Io coraggiosa? Macchè”. Intanto il suo "Titolo" spopola nel mondo

on 16 Gennaio 2015. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Vivere di vino

 
(Elena Fucci)

Elena Fucci ed il “Titolo” sono la stessa cosa. La sua passione per il mondo enologico, ma soprattutto per le sue vigne ai piedi del monte Vulture, in Basilicata, si sente anche nel suo vino, un rosso elegante conosciuto ormai in mezzo mondo. 

Da Luciano Ferraro e Luca Gardini, è stata definita, nella guida Vignaioli e Vini d’Italia 2015 del Corriere della Sera, vignaiola coraggiosa.
“Ma quale coraggiosa?!? – dice -. Chi, come me, è cresciuta in regioni ‘sottotono’ come la Basilicata, all’ombra di regioni del Nord più ‘emancipate’, ovviamente sempre tutto riferito al mondo del vino, come la Lombardia, il Veneto, la Toscana, viene visto come coraggioso. Ma qui c’è tanta natura incontaminata e tante cose belle da poter fare”.

L’ingegnere mancato, si definisce in maniera scherzosa, ed ha una storia fatta di tanta passione e tanti sacrifici. Siamo nel 2000. Si discute in famiglia se vendere le storiche vigne, quelle a 600 metri di altezza sul livello del mare, le più antiche del territorio. In quel momento sono tre le aziende in Basilicata che fanno vino. Il papà di Elena è insegnante. Il nonno coltivava e vendeva l’uva. Ed a quei tempi, i contadini, con immensi sacrifici, desideravano che i propri figli studiassero per non lavorare nei campi.


(Le uve del Vulture da dove si ricava il Titolo)


Ed invece cosa succede?
“Succede che quando si è sparsa la voce che avevamo messo in vendita le vigne i compratori non si sono fatti attendere. Lì ho capito che il territorio stava cambiando. Durante il sopralluogo di alcuni acquirenti ho provato un tuffo al cuore ed ho detto a mio padre ‘per vendere c’è sempre tempo’”.

Così Elena si laurea in enologia ed inizia i suoi primi esperimenti. Alla fine sceglie di concentrarsi su un solo vino.
“Ho capito che era questo il punto fondamentale. Concentrarsi e dedicarsi ad una sola etichetta per emergere in termini di immagine e serietà. Soprattutto ho scelto di utilizzare solo uve di nostra proprietà, per garanzia massima di qualità”.


(I sei ettari di vigne dell'azienda di Elena Fucci)


Il Titolo (dal nome della contrada dove sorge l’azienda di Elena), “sbarca" sul mercato con 1.200 bottiglie.
“Andavo in giro a sponsorizzarlo dicendo che ne avevo fatte 12.000. All’inizio è difficile. I primi acquirenti sono stati i colleghi di mio padre. Che hanno voluto aiutarmi. Poi sono arrivati i primi ordini dei ristoratori e mio padre si è fatto ridare indietro dai suoi colleghi le bottiglie”.

Oggi quante bottiglie produce?
“Siamo sulle 20.000, L’80 per cento della produzione va all’estero (Canada, Usa, Cina, Giappone, Svizzera, Francia, Germania, Olanda, Irlanda). Con sei ettari potrei produrre 100 quintali/ettaro, quindi circa 60.000 bottiglie, ma il mio obiettivo dichiarato è quello di puntare sulla qualità”.

Tra le vigne Elena può sempre contare su una presenza storica ed importante per tutto il territorio. Il nonno Generoso che, ad 87 anni, ancora scorrazza su e giù a bordo del suo fido trattore.


(Nonno Generoso, 87 anni, a bordo del trattore)


Quali sono i suoi progetti per il futuro?
“Cercare di portare la produzione di bottiglie, con lo stessa imprescindibile qualità, a 30/35 mila bottiglie. Il mercato ce ne chiede sempre di più. Noi in questo momento cerchiamo di accontentare tutti, privilegiando i nostri clienti storici”.

Giorgio Vaiana

 
 

 
Share

Commenti  

 
-1 #1 Lorma 2015-01-17 14:01 ma da voi gli Ispettori del Lavoro non passano mai? Quel trattore é completamente fuori ogni norma… Citazione
 
 
0 #2 Giuseppe 2015-01-17 16:19 il vino è buono ma con il prezzo sono esagerati per questo vino,conosco bene il territorio e tanti altri produttori, che a mio parere anche se meno conosciute producono ottimi vini qualità/prezzo. Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY