Banner
Banner
06
Feb

Cno e Unaprol chiedono un prodotto di categoria superiore: "Strumento per sostenere i produttori olivicoli più virtuosi"

on 06 Febbraio 2013. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - La proposta

Affrontare la battaglia sullo scaffale diversificandosi con un prodotto di categoria superiore, che sia certificato dall'alta qualità italiana.

E' quello che esortano a fare Unaprol e Cno, le due organizzazioni nazionali dei produttori di olio di oliva che parlano di una possibilità di diversificare l’offerta degli extravergine in nome dell’alta qualità Made in Italy. La fascia degli extravergine  sarebbe troppo ampia in termini di gamma di prezzi con forti differenze (+120%) tra le quotazioni degli oli Dop e Igp e il prodotto extra di base e ci sarebbe in mezzo a questa forbice, come dicono i dati sulla produzione e vendita, una vasta area di potenziale valore che non trova proposte coerenti in grado di posizionarsi.

Massimo Gargano, presidente di Unaprol: " Si percepisce l’esigenza di uno strumento accessibile per tutti gli operatori che agevoli una comunicazione più efficace relativa ad un prodotto di categoria superiore. All’esame della Conferenza Stato-Regioni c’è il testo del decreto ministeriale, in via di definizione da parte del Mipaaf, che dovrà istituire il Sistema di Qualità Nazionale per l’olio extra vergine di oliva di alta qualità. Una corsia preferenziale – ha concluso – che in aggiunta alla legge salva made in Italy dell’olio extra vergine di oliva recentemente entrata in vigore, potrà far affiorare quella qualità diversa e distintiva del nostro olio rispetto agli standard stabiliti dalla regolamentazione comunitaria vigente sulla denominazione di origine obbligatoria in etichetta e sui claims salutistici”.

“Il riconoscimento di una nuova tipologia di prodotto, in accordo con le opportunità offerte dal Sqn - ha affermato Pietro Sandali, direttore generale di Unaprol - risponde alla prospettiva di assicurare agli operatori olivicoli più virtuosi, uno strumento oggettivo e ufficiale per differenziare il proprio prodotto facendo leva su una serie di valori che richiamano aspetti connessi alla salute, al benessere, all’ambiente e alla responsabilità sociale dell’impresa, oggi sempre più apprezzati da parte dei consumatori dei paesi sviluppati”.

Ci sarebbe quindi spazio per un  aumento dei consumi dell’olio extra vergine di oliva di qualità in Italia e nel mondo, alla luce anche dell'ultimo trend riguardante la quota dell’extra vergine confezionato. Nel 2011, sul totale dell’olio di oliva, si è attestata al 77% dopo tre anni in cui era ferma al 76%.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY