Banner
Banner
14
Nov

Guida Identità Golose 2017, Matteo Baronetto e Martina Caruso migliori chef d'Italia

on 14 November 2016. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - La guida


(Martina Caruso e Matteo Baronetto)

di Cristina Gambarini

E' Martina Caruso, la migliore chef donna secondo la Guida Identità Golose 2017.

E' stata presentata oggi al Magna Pars di Milano la nuova guida di Identità Golose 2017: 785 i ristoranti recensiti, 544 dall'Italia, 241 da tutto il mondo, con 36 paesi rappresentati. Sono questi i numeri della guida, giunta alla decima edizione. Rispetto alla versione 2016 ci sono 80 schede in più e per 700 di esse si è aggiunta alla fine la voce " lo chef consiglia", con suggerimenti su cosa mangiare, dove dormire, cosa vedere, direttamente consigliati dallo chef di turno. Quello che rimane invariato è il modus operandi: nessun punteggio ma soltanto un racconto dettagliato del ristorante selezionato. Per il secondo anno consecutivo non un'edizione cartacea, ma una guida digitale, scaricabile gratuitamente direttamente dal sito di Identità Golose. La versione digitale consente di aggiornare in tempo reale in ogni scheda, oltre a poter consultare a tempo di clic ognuna delle quasi 800 recensioni all around the world.

Tra i premi più attesi, come sempre, il miglior chef dell'anno, che è stato assegnato a Matteo Baronetto, del Cambio di Torino. Miglior chef straniero invece, è stato eletto Virgilio Martinez del Central di Lima, capitale di uno stato ormai in grandissima ascesa per ciò che riguarda la cucina di qualità. Tra le donne, invece, è stata Martina Caruso, dell'Hotel Signum a Salina, a conquistare il primo posto come migliore chef donna, con la sua cucina mediterranea "leggera e libera", come ama defirla lei stessa. A Diego Rossi del ristorante Trippa di Milano, va il premio per le migliori ricette con la birra, mentre il premio per il Miglior cestino di pane è andato al ristorante Metamorfosi di Roy Caceres, a Roma. E ancora, miglior pasticcere il giovanissimo Andrea Tortora, a fianco del grande chef Norbert NiederKofler del St. Hubertus, e miglior sous chef il 32enne Claudio Catino del ristorante Bertòn. Per ciò che rigurda la sala, il premio come miglior maitre è andato a Barbara Manoni, di Casa Perbellini, a Verona.

Ecco poi gli altri riconoscimenti:
Miglior sommelier - Gianni Sinesi
Migliore carta dei vini e distillati - Ristorante Zuma di Roma
Sorpresa dell'anno - Floriano e Giovanni Pellegrino
Miglior food writer - Ryan King
Migliore famiglia - gli Abbruzzino

C.d.G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it