Banner
Banner
04
Set

I piatti estivi del critico più querelato d'Italia

on 04 Settembre 2012. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Cibi e vini sotto l'ombrellone


Edoardo Raspelli

di Massimiliano Montes 

L'idea originale era quella di una chiacchierata sui cibi ed i vini da mangiare e bere sotto l'ombrellone, e cosa invece cambia con l'arrivo della perturbazione chiamata Poppea.

Ma un personaggio come Edoardo Raspelli non si lascia facilmente ingabbiare all'interno di limiti prestabiliti, così, con mia complice condiscendenza, ci siamo lasciati trasportare in un'amabile conversazione salottiera.

“Tanto per cominciare da quando sono stato costretto da un medico molto acido, che però aveva a cuore la mia salute, ad impiantare un bendaggio gastrico mangio molto meno” esordisce Edoardo. “Ne hanno tratto vantaggio gli aromi ed i profumi, che adesso percepisco più intensamente, oltre ovviamente alla mia linea” continua. “Quindi ti parlerò dei miei cibi preferiti, ma con una prospettiva psicologica leggermente diversa”.

Nato a Milano il 19 giugno 1949, Edoardo Raspelli è stato il creatore nel 1975 della rubrica di critica gastronomica “Il Faccino Nero” sul Corriere d' Informazione di Milano, una recensione corredata da una faccia nera disgustata sul peggior ristorante della settimana. Tali critiche gli costarono una crescente antipatia da parte di alcuni dei ristoratori recensiti, al punto che, a fine aprile 1979, Raspelli trovò una corona di fiori da morto sotto casa, con la scritta “Al nostro caro Edoardo”. Il 1 maggio 1979 rispose sulla prima pagina del Corriere d'Informazione: “Volevo ringraziare chi mi ha mandato la corona di fiori ma anche rassicurarlo: la sua cucina é sicuramente fetente ma non letale”.

“Ma tu lo sa che sono il critico più querelato d'Italia? - mi chiede Raspelli - fin'ora ho collezionato 25 querele, la maggior parte delle quali vinte!” Bisogna per la verità precisare che la vis polemica del buon Edoardo è ormai da tempo sopita, specialmente da quando conduce “La Mela Verde”, seguito programma televisivo di “agricoltura ambiente natura ed un pizzico di gastronomia”.

“Ma insomma, Edoardo, questi cibi e vini per l'estate me li vuoi dire?”, lo incalzo. “Da buon milanese mangio preferenzialmente pesce. Il vino è un immancabile compagno di viaggio tra i sapori della cucina e sono un impenitente amante dei bianchi”.

“Le variazioni meteorologiche modificano le tue scelte enogastronomiche?”, gli domando. “Se posso rimango sempre nell'ambito del pesce - sottolinea - Con il caldo preferisco i frutti di mare accompagnati da uno spumante, magari un Franciacorta. Quando rinfresca opto per piatti di pesce più elaborati, insieme ad un vino bianco strutturato siciliano”.  

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Anna Sampino
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it