Banner
Banner
24
Apr

Storie/2 - Tano, giornalista per hobby, raccoglitore di asparagi di professione

on 24 Aprile 2017. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Storie

di Giovanni Franco

"Giornalista per hobby, raccoglitore di asparagi di professione". Sorride sornione Tano quando si presenta così ai suoi interlocutori. La sua è una vera passione, una filosofia di vita. 

La ricerca del piccolo ortaggio per lui ha radici lontane. Fin da quando era piccolo e correva per le campagne di Aliminusa, paese sulle Madonie, in cerca del punto dove la terra si unisce al cielo. Nel tempo è riuscito a tracciare una mappa dei luoghi in Sicilia, e soprattutto nel palermitano, dove trovare l'agognato vegetale. Come un vero segugio quando arriva nel territorio prescelto ecco drizzare le antenne. Seguendo un segnale sconosciuto, a chi gli sta accanto, Tano si inerpica in mezzo ai sentieri delle montagne. Come per incanto riesce a scoprire gli asparagi sotto i massi, tra i rovi. Ogni tanto però si rabbuia in volto ed esclama: "Da qui è già passato qualcuno prima di noi e ci ha fregato". Lamentando quasi un'invasione di campo in quella che dovrebbe essere soltanto una sua zona di caccia. Poi comunque non perdendosi d'animo riparte in quarta. Svolazzando da un masso a un altro. Dopo circa 10 minuti di raccolta compaiono le prime tracce di sangue sulle sue mani. Già perché l'asparago selvatico è di solito nascosto sotto i rovi. ( “Ognuno preso fa dire ahi”, spiega Tano).  Quasi a proteggerlo dalle incursioni. Ma questo non ferma il raccoglitore, che impugnando un semplice coltello riesce a compiere la sua missione.

Con ogni intemperie. Pioggia o vento non importa. Anche se a volte si lamenta e cita un antico proverbio siciliano: "Spàraci, vavaluci e funci, assai camini e picca manci". Poi quando finalmente il sacchetto in lino è pieno il cercatore si concede una pausa. Anzi il giusto riposo come un atleta al termine di una maratona o di un giocatore di calcio alla fine di una partita per lo scudetto. Soddisfatto a casa passa alla conservazione dell’amato ortaggio. Una parte viene cucinato. Ottime le frittate o il risotto con gli asparagi preparati dal cronista per hobby. Il resto è stipato in contenitori e congelato in grandi quantità nel frigorifero di casa. Tano inoltre non è il classico salutista che cita le proprietà benefiche di questo vegetale legati al contenuto di vitamine, di sali minerali, di prevenzioni di malanni. No per lui la raccolta degli asparagi è un atto di fede. Punto e basta.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Anna Sampino
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it