Banner
Banner
30
Ott

Giuseppe Geraci "gioca" con le consistenze: "La mia merenda del campanaro"

on 30 Ottobre 2018. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Taormina Gourmet 2018


(Giuseppe Geraci)

In cucina non esistono barriere, né confini culturali e geografici. Il cibo diventa contaminazione, trasformazione, fusione di culture, tradizioni, sapori e profumi tra le mani di chef autorevoli, capaci di dialogare con la tradizione e renderla elegante e contemporanea. 

A questi “Giochi senza frontiere” sono stati dedicati tutti i cooking show della sesta edizione di Taormina Gourmet, interpretati da ogni protagonista in modo del tutto personale. Il pensiero di Giuseppe Geraci, per esempio, chef e patron del ristorante Modì di Torregrotta (in provincia di Messina), è volato ad uno dei giochi della sua infanzia e da quello ha preso ispirazione per un inedito piatto che ha presentato al pubblico di TG18: “Merenda dopo il campanaro”. "Il campanaro - spiega Giuseppe - è quel gioco in cui si disegnano col gesso i riquadri numerati a terra e poi si lancia il sasso che bisogna raggiungere saltando su una gamba sola". Un gioco da cortile con radici antichissime che continua ad affascinare anche i bambini dei giorni nostri. Chi di noi non l’ha mai fatto? E come tale tutti ricorderemo il dispendio di energie che ci faceva tornare a casa famelici. "Voglio giocare anche con la forma di quest’idea - continua Geraci - e riprodurre il campanaro sulla nostra tavola. D’altronde, se di gioco si tratta, giochiamo". Una divertente novità (magari futuro cavallo di battaglia del menu di Geraci) in cui tre piatti, disposti in verticale come tre riquadri da assaggiare “saltando”, si alternano in un gioco di sapori, consistenze e contrasti: dal “Finto pomodorino”, una pappa di pomodoro ricoperta da una pellicola di salsa di pomodorino di Pachino Igp gelatinizzata su terra di olive nere, passando per un “Sandwich di alici”, farcito con pomodoro estratto e pomodorini secchi e adagiato su una spuma di pera (richiamo al succo di frutta delle merende dell’infanzia), fino alla “Granita di basilico”, con spuma di pomodoro e crostini di pane fritto. Tre assaggi, che come un gessetto e un sassolino, hanno dato il via ad un momento di puro divertimento. In abbinamento il "Mofete" Etna Bianco 2017 di Palmento Costanzo, un vino bianco fresco, nato dall'assemblaggio di uve carricante e catarratto coltivate sul versante nord del vulcano.

Alda Fantin

ALCUNE IMMAGINI DEL COOKING SHOW

















 

 

 
Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY