Banner
Banner
21
Ott

Le storie della Fivi, i vini fatti con passione: a Taormina Gourmet dieci splendide etichette

on 21 Ottobre 2017. Pubblicato in Taormina Gourmet 2017

di Manuela Zanni, Taormina

Fivi non è solo l'acronimo della Federazione dei Vignaioli indipendenti, ma anche sinonimo di storie legate alla passione dei lavoratori attaccati ai valori della terra e al gusto di vini unici nel loro genere.

Ad alcuni di questi vini è dedicata l'ultima masterclass che chiude la prima intensa giornata di Taormina Gourmet 2017. I vini oltre ad essere presenti al banco d' assaggio, sono stati presentati in una degustazione dedicata all'ascolto dei racconti delle storie di alcuni dei vignaioli che li producono mettendo dentro i loro sogni, le speranze, successi e difficoltà. Presente Matilde Poggi, presidente Fivi, che ha detto: "Siamo delle famiglie che hanno come interesse comune quello di dare il meglio delle proprie terre di provenienza". E poi Francesco De Franco ('A Vita), Luca Ferraro (Bele Casel), Luigi Maffini, Walter Massa, Gaetano Morella, Enza La Fauci, Andrea Picchioni e Marianna Annio (Pietraventosa). 

Ecco i vini in degustazione

Docg Asolo Prosecco ColFondo - Colore giallo paglierino torbido. Naso inteso di lievito e crosta di pane. In bocca nitido e schietto. Da provare.

Dop Cilento Fiano 2016 Pietraincatenata - Giallo paglierino brillante. Naso con spiccati sentori fumè, ma anche note di sottobosco e terrabagnata. Bocca fresca, sapida dal sorso pieno e ricco che invoglia la beva.

Nino Barraco, Grillo 2015 - Colore giallo oro. Una bella e inusiale interpretazione del grillo con accentuate note ossidate. Il naso è ricco di sentori di frutta matura a polpa gialla, anche esotici. In bocca incanta con un sorso rotondo e complesso dall'ampio spettro organolettico. 

Doc Bardolino Classico Brol Grande, Le fraghe 2015 - Colore rosso granato intenso. Naso di frutti rossi e spezie dolci. Al palato è intenso dal sorso ben strutturato e dal tannino elegante e avvolgente. Persiste e resiste in bocca e nei ricordi.

Picchioni, Doc Buttafuoco dell'Oltrepò Pavese Cerasa 2016 - Colore rubino carico con unghia melanzana. Al naso frutta rossa matura ed intense note  speziate. In bocca è un velluto dal tannino avvolgente e croccante. Sorso fresco e persistente. Difficile da dimenticare.

Pietraventosa, Ossimoro 2015 Morella - Blend di primitivo e aglianico delle cui antitesi è la perfetta crasi. Rosso rubino carico. Si impone al naso con spiccate note di confettura di frutti rossi. In bocca avvolge il palato con un tannino elegante ed equlibrato. Da berne a volontà.

'A Vita, Doc Cirò Rosso Classico Superiore 2014 - Colore rosso "orange" scarico da gaglioppo. Al naso spiccate note di amarena e ciliegia marasca sotto spirito. In bocca sorprende con un sorso dal tannino leggermente aggressivo quasi da masticare. Per molti ma non per tutti.

Doc Rosso Piceno Tenuta Pongelli 2014, Bucci - Rosso rubino intenso. Naso fragrante di frutta rossa matura. Il sorso è lungo, intenso e ben strutturato  che avvolge il palato con un tannino croccante e, al contempo, elegante. Non stanca mai.

Doc Faro Oblì 2013, Enza La Fauci - Rosso rubino carico. Naso con forti sentori di erbe aromatiche come timo, salvia e rosmarino. In bocca il sorso è ampio e lascia il palato avvolto da fresche note balsamiche e mentolate. Finale lungo con tannino nervoso piacevolmente persistente.

Le Jeux sont faits 2011, Spadafora - Bella interpretazione di syrah. Colore rubino intenso. Naso ricco di note di frutta rossa matura e sentori di spezie piccanti come il pepe, la noce moscata e i chiodi di garofano. Il sorso è pieno, ricco e avvolgente. Rimane in bocca e nella mente. 

Croatina Pertichetta 2008, Vigneti Massa - Rosso rubino intenso. Al naso intense note di confettura di ciliegia marasca, ma anche sentori speziati. In bocca sorso ricco e complesso. Tannino avvolgente e persistente che invoglia alla beva. Difficile posare il bicchiere.

Primitivo Old Vines 2007, Morella - Rosso rubino profondo ed intenso. Al naso sorprende con note spiccate di confettura di prugne e tamarindo. Il palato  è accarazzato da un tannino setoso e avvolgente. Da berne a volontà.

ALCUNE FOTO DELLA DEGUSTAZIONE (ph Salvo Mancuso)













Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY