Banner
Banner
11
Giu

Tagli al mondo agricolo dall'Europa, Città del Vino: "Parlamento rifletta"

on 11 Giugno 2018. Pubblicato in Scenari

La recente proposta di bilancio della Commissione Europea per il 2021-2027 prevede tagli del 7% alla politica agricola comune e del 5% alla politica di coesione, giustificandoli con i costi aggiuntivi della Brexit e la necessità di implementare le risorse per le nuove priorità dell'Unione euroepea (immigrazione, sicurezza, ricerca, etc).

La Comunità europea ha comunque voluto porre l'accento sull'ambiente, sul clima, sulla transizione verso un settore agricolo più sostenibile e sullo sviluppo di aree rurali dinamiche e il sostegno delle piccole e medie aziende agricole. "Ma sono tagli niente affatto banali – afferma il presidente di Città del Vino, Floriano Zambon –. Chiediamo invece un riallineamento alla richiesta del Parlamento europeo che aveva puntato a un contributo più ambizioso per gli Stati membri". In un paese come l'Italia, con il 70% dei centri sotto i 5 mila abitanti e dove pochi sono gli spazi "vuoti" tra una città e l'altra, appare prioritario ripensare, ridefinire e riqualificare non solo i grandi centri urbani ma anche quegli spazi "di mezzo" in cui si intersecano reti infrastrutturali, aree agricole, insediamenti produttivi, abitazioni, strutture agrituristiche e di turismo rurale. 

Un altro punto riguarda la banda larga nelle aree urbane e rurali, un aspetto interessante anche per lo sviluppo dell'agricoltura di precisione, che tra l'altro consente di ridurre l'uso di prodotti chimici nei campi, Solo il 40% delle famiglie rurali italiane ha accesso a una connessione di nuova generazione, rispetto al 76% delle famiglie totali dell'Unione europea. "Un divario che rappresenta uno squilibrio in termini di tecnologia e opportunità – conclude il presidente Zambon -. Una banda larga efficiente è un supporto forte e sostenibile alle comunità rurali, soprattutto per le applicazioni digitali connesse all'agricoltura di precisione, per i servizi al cittadino e alle imprese e per la vendita online di prodotti enogastronomici".  La Comunità europea ha destinato oltre 6 miliardi (oltre 1 miliardo solo in Italia) per servizi di consulenza alle autorità locali e regionali.

C.d.G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY