Banner
Banner
31
Ott

Undici grandi donne del vino italiano: nel libro di Cinzia Benzi l'enologia italiana in rosa

on 31 Ottobre 2017. Pubblicato in Cosa leggo

di Fiammetta Parodi

“Da lunghissimo tempo ho la convinzione che, se il vino è maschile singolare, il mondo del vino è femminile plurale”. 

È con queste parole che Cinzia Benzi, psicologa monferrina rapita dall’enologia, introduce il volume (prefazione dello chef tristellato Massimo Bottura ed ospitato nella collana dedicata all’enogastronomia “i Contorni” di Giunti Editore) in cui racconta undici donne che, in modi e con ruoli diversi, si adoperano con passione e dedizione per attuare quella “rivoluzione pacifica” che sta femminilizzando il mondo del vino: producendolo, degustandolo, vendendolo, promuovendolo o - per l’appunto - scrivendone. Un mondo tradizionalmente dominato da un imperante machismo e che, sino a non molti anni fa, relegava le (rare) figure femminili in ruoli marginali e secondari, ma che, in tempi più recenti, le vede invece sfidare i pregiudizi culturali e sociali e conquistare finalmente posizioni e mestieri di grande successo.

L’autrice descrive “dame del vino” assai diverse, con caratteri, attitudini, provenienze, formazione e professionalità eterogenee: alcune “figlie d’arte”, altre neofite; alcune impegnate nelle pubbliche relazioni, altre tra i filari e nelle cantine. Ci accompagna quindi in un interessante viaggio che, partendo dall’enologa del più famoso dei Sauternes (quello Château d’Yquem che, unico al mondo, vanta la denominazione di Premier Cru Supérieur), attraversa i vigneti di Barolo e le cantine di Rocchetta Tanaro (dove una figlia volitiva convince il padre “rossista” ad abbandonare la tradizione per produrre bianchi pluripremiati) e prosegue lungo tutta la Penisola alla scoperta del lato femminile di aziende famose - come Berlucchi o Ferrari - e meno note. Racconta figlie d’arte prestate a mestieri lontanissimi dal vino (come la bocconiana assistente umanitaria in Niger) che rispondono al richiamo della propria terra e prendono in mano saldamente e ottimamente le redini delle tradizioni familiari; zie e nipoti che, in Valpolicella, sfidano i pregiudizi, risollevano le sorti di cantine in difficoltà e, traghettandole nei mercati del nuovo millennio, ne superano le difficili sfide; donne, spesso madri, approdate al mondo del vino per caso o ad esso destinate sin dalla nascita, dalla Toscana alla Calabria, dal Veneto alla Sicilia, ma comunque, ognuna a proprio modo, “intrise di vino nel Dna”. 

Vino: femminile, plurale
Cinzia Benzi
123 pagine
Giunti Editore
2017
12 euro

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY