Banner
Banner
27
Ago

Le Eolie nel piatto da “A Cannata” a Salina

on 27 Agosto 2013. Pubblicato in Dove mangio


Santino e Franca Ruggera

A pochi passi dalla spiaggetta di Lingua a Salina si trova il ristorante della famiglia Ruggera, intramontabile tappa per i visitatori alla ricerca della tipica cucina eoliana.

Ai tavoli delle due terrazze all’ingresso, arieggiate dal grazioso giardino, o nell’accogliente sala interna potrete gustare ottime pietanze, preparate da mamma Concetta con le figlie Franca ed Angela e suggerite dal figlio Santino, ospitale patron. Pescato di giornata e materie prime locali sono i protagonisti del menu che, accanto a preparazioni più tradizionali, prevede anche piatti di riuscita rivisitazione contemporanea.
Per cominciare stuzzicanti antipasti, dove ai classici e ben preparati polpo in insalata, cozze alla marinara e sostanziosi sott’oli si affiancano le gustose panelle di totano, involtini ripieni e croccanti grazie ad una frittura rapida e leggera, o l’insalata di riso nero con gamberi, arancia, ananas e cipolla.


panelle di totano

Si prosegue con gli abbondanti ed invitanti primi piatti, in cui predominano tutti gli aromi tipici dell’arcipelago eoliano, dai capperi ai prodotti di mare locali agli ortaggi cresciuti in terreni vulcanici particolarmente minerali: maccheroni alla cucunciata, con cucunci (i frutti dei capperi), melanzane, olive nere, basilico, pomodorini e pinoli, spaghetti alla cannata, avvolti in un sugo a base di pomodoro, melanzane, pinoli e ricotta infornata, ravioli di cernia in salsa paesana, dal sapore intenso di capperi, basilico e pomodorini.


maccheroni alla cucunciata

A seguire il meglio dell’offerta ittica si gusta nei prelibati secondi piatti, come calamaretti ripieni al malvasia delle Lipari, occhiata con cipollata, trancio di pesce spada agli agrumi, tagliata di alalunga al sesamo e polpette di acciughe in salsa di fichi.


calamaretti ripieni al malvasia

Gustosi anche i ricchi contorni, dalla caponata di verdure alla scarola all’eoliana con capperi, uvetta, pinoli e olive nere, o le melanzane alla brace ricoperte con pesto di capperi. Si chiude in dolcezza con semifreddo alle mandorle o un bicchiere di malvasia delle Lipari accompagnato da pasticceria secca locale. Carta di vini discreta con prevalenza di etichette territoriali o con del buon vino sfuso, servito nelle tradizionali brocche di terracotta, chiamate nel dialetto locale “cannate” da tracannare, da cui il nome del ristorante. Servizio cordiale e familiare. Da segnalare, infine, la disponibilità di camere ed alloggi confortevoli ed arredati in stile eoliano.

Daniela Corso

 
A Cannata
Via Umberto I°, 13
Lingua – Salina (ME)
Info: 090/9843161 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Apertura: pranzo e cena
Giorno di chiusura: mai
Ferie: mai
Carte di credito: tutte

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Anna Sampino
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it