Banner
Banner
09
Set

Vino della settimana - Duca Sanfelice 2013 Cirò di Librandi

on 09 Settembre 2017. Pubblicato in Il vino della settimana

di Federico Latteri

Cirò è la più importante denominazione calabrese. I suoi vini hanno mostrato a tutto il mondo le potenzialità di un’area del sud Italia ricca di storia e tradizioni, l’Enotria degli antichi Greci. 

La Doc si trova lungo la costa ionica nella parte nord orientale della provincia di Crotone e comprende i territori di Cirò, Cirò Marina e in parte quelli di Melissa e Crucoli. Si tratta di una zona costituita da colline alternate a tratti pianeggianti che dal mare si estende verso l’entroterra e che presenta un suolo e un clima particolarmente favorevoli alla coltivazione della vite. Con 2,2 milioni di bottiglie prodotte e 232 ettari di vigneti coltivati Librandi è senza dubbio l’azienda più rappresentativa sia in questo contesto vitivinicolo che nel panorama regionale. Si distingue per una grande qualità diffusa, riuscendo a coniugare tipicità, ottimo livello dei vini e numeri ragguardevoli.


(Raffaele, Paolo, Nicodemo, Teresa e Francesco Librandi)

La famiglia Librandi si occupa di viticoltura da quattro generazioni. Nel 1953 ha inizio l’attività di imbottigliamento in una piccola cantina di Cirò Marina. Da allora ci sono stati continui progressi: acquisizioni di nuovi vigneti, sia all’interno della Doc che nelle vicinanze, utilizzo di attrezzature all’avanguardia e costante crescita sia nel campo agronomico che in quello enologico. Si è sempre creduto molto nel valore del terroir. A tal proposito è bene sottolineare l’impatto positivo delle attività aziendali sul territorio che ha dato il via ad iniziative come la nascita dell’associazione "I Vignaioli del Cirò" che oggi conta 42 soci e ha lo scopo di condividere conoscenze e strategie per uno sviluppo comune. Inoltre permette di dare importanti linee guida ai viticoltori che sono anche conferitori selezionati di cui Librandi si avvale in aggiunta alla propria produzione di uve.


(Un vigneto di Librandi)

La superficie vitata è divisa in sei tenute: Rosaneti, la proprietà più grande con 155 ettari di vigneto e 80 di oliveto, situata a 110 metri di altitudine nei comuni di Rocca di Neto e Casabona, Critone a Strongoli, Ponta Duca Sanfelice, 22 ettari a 80 metri sul livello del mare nella zona collinare storica del Cirò, Pittaffo a Crucoli, 8 ettari nella parte settentrionale della Doc, San Biase nell’entroterra e infine Brisi, un piccolo vigneto di un ettaro e mezzo nell’omonima zona del centro abitato di Cirò Marina. Vengono coltivate varietà autoctone come Gaglioppo, Magliocco, Greco Bianco e Mantonico accanto a vitigni internazionali come Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Chardonnay e Sauvignon Blanc. Ampia la gamma dei vini: bianchi, rossi e rosati, sia della Doc Cirò che della Doc Melissa che con indicazione geografica tipica Val di Neto, spumanti e un vino dolce.

Il Cirò rosso classico superiore riserva Doc Duca Sanfelice è il vino storico dell’azienda, quello che maggiormente rappresenta il territorio. La sua produzione inizia con la vendemmia 1981. E’ fatto con uve Gaglioppo provenienti da vigneti ad alberello piantati su suolo argilloso-calcareo in località Ponta Duca Sanfelice. Viene affinato in acciaio per tre anni e poi in bottiglia per alcuni mesi. Abbiamo degustato il 2013, un prodotto completo ed equilibrato di ottima bevibilità. Ha un colore rosso rubino leggermente scarico. Segue un naso di giusta intensità con nitidi profumi di frutta matura, ciliegia in particolare, note floreali, cenni speziati e sottobosco.

Al palato presenta buona freschezza, ottima corrispondenza con l’olfatto, armonia, una discreta struttura che non risulta mai eccessiva e un lungo finale. Levigati e ben estratti i tannini. E’ dotato di un profilo abbastanza sobrio, ma nello stesso tempo ha un carattere solare, tipico di un rosso del Sud. Si abbina molto bene a vari piatti della cucina di terra come primi con ragù di vario tipo, arrosti di carni rosse e selvaggina. Ottimo con formaggi semi-stagionati o dal gusto più deciso e con preparazioni a base di funghi provenienti dalla vicina Sila. E’ una bottiglia dal notevole rapporto qualità/prezzo che viene venduta sugli scaffali delle enoteche a 10 euro.

Rubrica a cura di Salvo Giusino 

Librandi
Strada statale 106, contrada S. Gennaro
88811 Cirò Marina (Kr)
Tel. +39  0962 31518
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.librandi.it

 

                                                                                                           Federico Latteri

 
Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Anna Sampino
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it