Banner
Banner
23
Mag

Giorgio Salvan, presidente Mtv Veneto: “Più comunicazione e formazione per incentivare l’enoturismo”

on 23 maggio 2013. Pubblicato in Speciale Cantine Aperte

Il dato numerico e di qualità della partecipazione a Cantine Aperte dello scorso anno in Veneto è quello che ha colpito positivamente i produttori e il Presidente del Movimento Turismo Vino Veneto, Giorgio Salvan.

“Nel 2012 – riferisce - abbiamo riscontrato la presenza di meno curiosi e sempre più appassionati interessati e consapevoli. Ci ha colpito anche la presenza di numerosi giovani ed anche a loro è dedicata l’iniziativa che quest’anno si accompagna a Cantine Aperte in Veneto, “testavino”, un invito al bere con moderazione, raccontando tramite foto, sms, post e tweet le emozioni che si sono provate degustando consapevolmente”. Circa cento le aziende dell’associazione regionale che aderiscono a Cantine Aperte, comprendendo tutte le zone doc di riferimento da Bagnoli a Valpolicella, una zona enoturisticamente molto vocata ma per la quale secondo Salvan si potrebbe fare di più. “Tutte le cantine – commenta Salvan - puntano molto sulla comunicazione e anche grazie ai nostri sforzi riusciamo ad ottenere dei buoni risultati ma il nostro obiettivo è quello di andare oltre l’evento ed aprire le cantine tutto l’anno. Per questo ci affidiamo ad un grande nostro alleato che è la ristorazione con la quale stiamo promuovendo alcuni  progetti legati al bere consapevole e al giusto consumo del vino, dalla possibilità di bere al calice per valorizzare ogni piatto con il giusto abbinamento all’idea di portare a casa il vino che non si è riusciti a consumare, abitudine già presente in altri paesi ma che stenta ad affermarsi in Italia”. A questo proposito gli chiediamo da quale di questi paesi potremmo trarre esempio nella comunicazione del vino.

“Sicuramente dalla Francia, dove ogni famiglia di ceto medio ha una cultura del vino molto più avanti di quella posseduta dalla maggior parte degli italiani. Sono anche un produttore e durante le visite porto raramente i miei ospiti in cantina perché preferisco mostrare loro i vigneti. Senza una conoscenza approfondita delle basi non si può conoscere ed apprezzare pienamente il prodotto finale”. Sull’importanza e il valore dell’enoturismo ci racconta: “Viaggiare e visitare un territorio serve a scoprire un vino che per mancanza di risorse o altre ragioni non si potrebbe conoscere altrove. Sarà poi compito della cantina informare l’enoturista di modo che questi a sua volta racconti di quel territorio e di quel vino. Per questo bisogna puntare sulla comunicazione a tutti i livelli. Anche da parte delle istituzioni servirebbe maggiore attenzione, considerati i flussi che riesce a muovere un attrattore come il vino. Certo bisogna puntare anche sulle sinergie con l’arte e il cibo, perché nessuno da solo è decisivo”.

Daniela Corso

 

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it