Banner
Banner
19
Ago

on 19 Agosto 2010. Pubblicato in Numero 179 del 19/08/2010

LA TENDENZA

Firriato col Nerello Mascalese, Planeta con il Carricante, Statti con il Mantonico. Fioccano i nuovi produttori di spumante nel segno del terroir

Bollicine a tutta forza

Non si arresta la voglia di bollicine. Piccole e grandi aziende sono intente a produrre spumanti. Un po’ per immagine, un po’ per la voglia di sperimentare qualcosa. Un po’ perché in momenti difficili ampliare l’offerta fa sempre bene. Ed ecco che da Napoli in giù è un fiorire di tentativi. Poi vedremo cosa dirà il mercato, come reagiranno gli enofili. Anche se registriamo dati incoraggianti, come un più 22 per cento dell’export nel 2010 come raccontiamo in un altro articolo. Che non è male di questi tempi. E pensare che proprio qualche mese un produttore siciliano proprio in un’intervista su Cronache di Gusto liquidava la questione sostenendo che in fondo si tratta di piccoli numeri che non determineranno le fortune di una cantina. Sarà anche vero, purtuttavia registriamo autorevoli new entry nel ristretto circolo di produttori di bollicine. Nel Sud Italia l’ultimo a tentare la strada è Firriato. L’azienda di Paceco, nel Trapanese, ci prova con un metodo classico da uve Nerello Mascalese, magari pronte per il prossimo Vinitaly. Poi c’è anche Pupillo, azienda di Siracusa che ha addirittura anticipato la vendemmia per poter raccogliere grappoli di Moscato che potessero servire all’uopo. Nei prossimi mesi Statti, a Lamezia Terme, in Calabria esce fuori con uno spumante da uve Mantonico. Appena mille e 500 bottiglie, ma buone per cominciare. Mentre Librandi, altro nome importante per il Sud Italia già da qualche mese è uscito con due spumanti, uno tra l’altro da uve Gaglioppo. Mentre ha soddisfatto produttori e consumatori l’esperimento di Feudi di San Gregorio, il colosso campano che ormai da qualche tempo è sul mercato con Dubl, bollicine nate dalla consulenza di un nome importantissimo dello champagne, Jacques Selosse. E poi c’è Planeta, le prime 120 bottiglie a Natale, il resto a marzo 2011, metodo classico da uve Carricante. Un altro nome storico dell'enologia siciliana, Tasca d'Almerita, già presente sul mercato con due etichette, sta lavorando ad uno spumante la cui permanenza sui lieviti sarà più lunga che nel passato. Altro spumante sarà quello di Renato De Bartoli con la sua cantina Terza Via da uve Grillo. E poi in uscita c’è anche Avide a Vittoria da uve Frappato e Ottoventi ad Erice. E anche la piccola azienda etnea Cantine del Regno già presente sul mercato con gli spumanti ma pronta a rimodularne la versione già in commercio. Insomma, bollicine: avanti tutta.

C. d. G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY