Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Assaggi e Personaggi il 11 Maggio 2011
di Redazione

Ecco l’ultimo nato dell’azienda toscana: un rosato, syrah al 100 %, frutto dell’abilità dell’enologo D’Attoma


Elena Celli e Luca D'Attoma

di Luca Gardini

Si chiama ‘Si’ ed è l’ultimo nato dell’azienda toscana ‘Duemani’. Un rosato, un syrah al cento per cento che, a parer mio, merita particolare attenzione.

Soprattutto perché non si tratta del solito rosato, è molto complesso ed espressivo ed in bocca sembra di sentirvi tutta la Toscana.

L’azienda ‘Duemani’ punta al biodinamico metodo di coltivazione dove l’intervento dell’uomo interagisce e si coordina con il suolo, l’equilibrio della pianta e l’energia cosmica. Alla guida c’è Luca D’Attoma, uno dei più grandi enologi nel panorama nazionale, e sua moglie che si occupa di presentare i loro prodotti sul mercato. Entrambi, determinati e dinamici, portano avanti in maniera egregia la loro azienda. Mi piace sottolineare in particolare il procedimento della vinificazione che viene effettuata in cemento senza utilizzo di anidride solforosa, lieviti o altri coadiuvanti enologici ed il vino non è filtrato.

La neoetichetta ‘Si’ mi ha colpito innanzitutto per il suo colore, molto carico, al naso prevale la nota fruttata con aromi di lampone e ribes, a seguire sfumature iodate, tocchi di grafite, noce moscata e basilico rosso. E’ un rosato importante che si fa bere, di grande sapidità e mineralità, caratteristiche maggiormente apprezzabili alla temperatura di 10/12 gradi circa. Si abbina a piatti di pesce ma anche con i salumi, data la sua particolare freschezza. Il prezzo in enoteca varia dai 18 a i 20 euro.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search