Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in I nostri consigli il 23 Dicembre 2019
di C.d.G.


(Andrea Alfieri, Roberto Martone, Roberta Zulian e Alessandro Gioè)

di Michele Pizzillo

La Vigilia di Natale, a tavola, si comincia con il salmone affumicato e marinato e si prosegue con carpaccio di gamberi rossi e scaloppa di branzino, guazzetto di frutti di mare, salsa di pesce affumicata e zucca speziata dopo aver gustato risotto alle castagne e ravioli di topinambur con carciofi alla brace e capesante scottate.

Il pranzo di Natale, invece, pesce e carne si alternano tra scampo con radicchio tardivo, triglia al forno, crudo di capesante e petto di faraona ripieno di frutta secca con sedano rapa al forno e ristretto al Marsala e marbreè di carne, foie gras e tartufo nero, intervallati da un consomme di cappone accompagnato da ravioli al plin ripieni di arrosto di cappone, zucca e castagne. La notte di San Silvestro, invece, il benvenuto al cenone è con ostrica, astice e Champagne e si prosegue con scaloppa di foie gras, risotto di zucca, tartufo bianco e parmigiano reggiano 72 mesi, scaloppa di branzino, zuppetta di ceci e frutti di mare, filetto di vitello gratinato alle erbe su fondo al marsala. Sono i tre menu – che abbiamo sintetizzati - di esordio, per il nuovo team di cucina di “Da Noi In”, l’elegante ristorante annesso al Magna Pars Suites Milano, l’albergo di gran lusso ubicato nel cuore del centro nevralgico di moda, arte e design che è via Tortona, conosciuto anche come l’Hotel à Parfum, visto che è l’unico hotel nato dalla ristrutturazione di un’antica fabbrica di profumi e, perciò, offre la possibilità di inebriare i sensi specialmente dopo l’apertura di Lab Solue, una innovazione che assicura una nuova dimensione olfattiva ai suoi ospiti.

Partiamo dal ristorante, prima di arrivare all’albergo che ha appena raddoppiato il numero delle suite. E’ stato proprio in occasione della presentazione delle nuove suite che Roberto Martone -  continua la produzione dello storico marchio cosmetico Marvin creato dal padre Vincenzo nel 1945 - insieme alla moglie Marzia e alle figlie Giorgia e Ambra che lo affiancano nella gestione del Magna Pars, ha presentato anche il trio che adesso è impegnato nella cucina di “Da Noi In” e, cioè, Andrea Alfieri – appena rientrato a Milano da Courmayeur -, Roberta Zulian (finalista alla selezione italiana dell’ultimo Bocuse d’Or) e Alessandro Gioè. A loro la famiglia Martone ha affidato il compito di proporre una cucina di mare creativa e contemporanea attenta alle nostre tradizioni – dice Martone -, ricca di piatti delicati e sfiziosi, profumi e fragranze accostate con maestria”. E, leggendo i tre menù proposte per le festività, la risposta è più che positiva. 

Poi c’è l’albergo, unico, raffinato e in continua evoluzione tanto da offrire molto di più di quanto ci si possa aspettare in un hotel di gran lusso. Dalla galleria d’arte che spazia all’interno dell’hotel e delle suites e che seguendo un percorso emozionale (e lo stesso Roberto Martone, si emoziona mentre ne parla) e culturale attraverso le opere di artisti internazionali. Senza dimenticare la Magna Pars Library, una biblioteca in continuo arricchimento, con nuovi libri che affiancano il corpo della collezione libraria composta da opere databili dal XVIII al XX secolo, a mano a mano che vengono acquisiti fondi librari privati e pubblici provenienti da tutta Europa. E, per sintetizzare, il citato Lab Solue che Giorgia e Ambra Martone hanno creato per dare vita ad una vera e propria Biblioteca Olfattiva: 60 profumi ispirati al territorio italiano, ai suoi arbusti fioriti, legnosi, fruttati e aromatici. Insomma, un luogo dove inebriarsi di emozioni solo selezionando l’essenza preferita.

L’albergo è stato appena ampliato, passando da 28 a 60 suites, distribuite su tre piani e tutte ispirate, in linea con la storia del profumo. E, quindi, 19 suites dedicate ad arbusti fioriti come gardenia, gelsomino, neroli e magnolia; 9 ispirate ai legni come vetiver, sandalo e patchouli; 12 dedicate ad alberi da frutto come nespolo, ciliegio e fico; le 20 nuove suites, invece, rimandano ad essenze legnose e resinose come mirra e styrax ed arbusti aromatici come salvia bianca e rosmarino. D’altronde lo splendido giardino interno è stato progettato e realizzato in armonia con il susseguirsi dei profumi e dei colori della natura. E, quindi, un piccolo polmone verde, realizzato con buongusto e senso estetico. E, infine, il Liquidambar, il longue bar che prende il nome da tre alberi Liquidambar, cioè “ambra profumata”.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Antonio Zaccardi

Pashà Ristorante

Conversano (Ba)

3) Animelle, fagiolini e tartufo

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search