Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il caso il 22 Settembre 2015
di C.d.G.

Esterno sera. Tovaglie bianche e un po' di piacevole brezza di fine estate. Ambiente accogliente. Servizio nella norma, senza infamia e senza lode. Una coppia di amici a cena. In pizzeria. Il menu è ricco. Pizze con farine diverse. E articolata descrizione. 

Lievitazioni lunghe. Tutte figlie di lieviti madri. Di impasti senza genitori non ce n'è più traccia. Condimenti più disparati. Qualcuno azzecato, qualcuno meno. Buone birre. Tutto bene. O quasi. Poi arriva il conto. Che supera i 50 euro. Nessuna meraviglia, tutto calcolato. A far salire il conto soprattutto le pizze. Una era segnata a 13 euro. E' bastata un'aggiunzione e il prezzo è salito anche se era stato tolto un ingrediente. Attenti: non c'erano tartufi bianchi o caviale. Ma condimenti, diciamo, comuni. Sì, lo so. È un caso estremo. Si mangiano pizze buone a prezzi decisamente più bassi. Ma due pizze trenta euro vi sembrano un prezzo accettabile?

Non è la prima di queste segnalazioni che ci arrivano dalle parti più disparate d'Italia. Ed evitiamo di fare accostamenti e paragoni ai tempi della lira. Trenta euro sono quasi sessantamila lire. Li avreste spesi mai per due pizze nel 2001, 13 anni fa e una crisi in mezzo che ha falcidiato i consumi? Paragoni a parte c'è - ed è questo che ci preoccupa - una tendenza a dare valore aggiunto a tutti i prodotti di largo consumo. Basta scrivere robe tipo chilometro zero o peggio, lievitazioni naturali, e tutto diventa prezioso.

Non vorremmo, insomma, che le lunghe lievitazioni, o ricorsi a farine di qualità o ad ingrdeienti un pizzico sopra la media, diventassero un escamotage per alzare i prezzi delle pizze in modo incontrollato. Perchè poi le spirali dei prezzi sono sempre eguali e fanno male sia al rialzo che al ribasso, nel medio periodo. Ne sanno qualcosa quei bravi produttori di Nero d'Avola che nel momento del boom di questo rosso hanno poi assistito a una discesa dei prezzi senza fine che ha spinto tutti verso il basso danneggiando l'immagine del vino stesso.

E a farne le spese sono stati soprattutto i più bravi. Questo problema esiste anche al rialzo. La corsa può essere pericolosa e senza fine. E non basta una lunga lievitazione e una farina di qualità a giustificare rincari del 30 per cento e anche più rispetto al prezzo medio di una pizza quando non erano di moda lievitazioni e farine ricercate. Il ricorso a materie prime migliori incide, è vero. Ma non così tanto. Ed allora forse sarebbe meglio prezzi congrui e più racconto. 

F. C.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

1) Crocchetta di stoccafisso e crema di capperi

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search