Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il concorso il 13 Marzo 2018
di C.d.G.


(La nazionale italiana dei macellai)

di Clara Minissale

L’Italia parteciperà al campionato mondiale di macelleria e nella squadra ci sarà anche un siciliano. 

Il World Butchers' Challenge si terrà il 21 marzo a Belfast, in Irlanda del nord, e la squadra tricolore scenderà in campo, per la prima volta nella storia del campionato, per sfidare le nazionali di altri dodici paesi. I mostri sacri da battere sono i campioni in carica francesi ma anche australiani e neozelandesi che nella competizione vantano la storia più lunga. A fare parte della nazionale italiana sono in otto, sei titolari e due riserve, tutti accomunati da amore per il proprio mestiere e grande abilità con tagli e coltelli. Il pugliese Francesco Camassa, esperto in frollature, è il capitano, con lui in squadra Mara Labella, unica donna, Roberto Passaretta, Andrea Laganga, Federico Dal Lago e il siciliano Gianni Giardina. 


(Gianni Giardina)

“Per noi è un sogno che si avvera – racconta il macellaio di Canicattì, in provincia di Agrigento – Abbiamo fondato la squadra a maggio del 2017 proprio con l’obiettivo dei campionati del mondo. Per questo ci siamo allenati incontrandoci quasi ogni settimana e non vediamo l’ora di giocarci la nostra chance”. Alle squadre in gara saranno consegnati una mezzena di vitello, una di maiale, un agnellone e cinque polli ed i macellai dovranno mostrare tutta la loro abilità e velocità nella pulizia della carne, lasciando il minor scarto possibile e tenendo anche conto delle norme dell’Haccp. 


(Francesco Camassa)

L’età dei componenti della squadra italiana va dai 33 anni del più giovane ai 50 del più maturo e tutti, già a partire da domani, faranno rotta verso l’Irlanda per calarsi nell’atmosfera del challenge. “Cominceremo con gli scambi culturali tra i vari paesi partecipanti – continua Giardina, che in squadra è il mago del disosso in punta di coltello – e poi inizierà la vera competizione. Avremo tre ore e quindici minuti per dimostrare ciò che sappiamo fare. Abbiamo una gran voglia di metterci in gioco – conclude il macellaio siciliano che da tre generazioni offre tagli di carni, preparati e prodotti di salumeria di produzione propria – e di far conoscere la nostra cultura”. Oltre alla squadra migliore del mondo, la giuria internazionale del Challange decreterà anche il miglior macellaio, il miglior preparato, la migliore salsiccia e il miglior hamburger.     

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

1) Crocchetta di stoccafisso e crema di capperi

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search