Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il personaggio il 17 Agosto 2015
di C.d.G.

Al bar Vabres vicino alla Stazione Centrale miscele di altissima qualità e tipologie diverse nella realizzazione. E la passione di un giovanissimo proprietario

(Alessio Vabres e il padre Antonino)

di Clara Minissale

Se entri nel suo bar e gli chiedi un caffè, lui ti osserva e, con pazienza, ti spiega la differenza tra un espresso, uno specialty coffee o un caffè filtro. Perché per Alessio Vabres prendere un buon caffè è un fatto culturale. 

Dal bancone del suo bar, in via Michele Cipolla, poco lontano dalla Stazione centrale, a Palermo, Alessio guida i clienti nella scelta del caffè più giusto in relazione al gusto personale e al momento della giornata. “Un percorso tutto in salita, dato che siamo tutti abituati ad un espresso bevi e fuggi”, ammette con l’entusiasmo della sua giovane età. Ma questo ragazzo di ventitré anni sa il fatto suo ed è convinto che con la giusta preparazione e una buona dose di pazienza, si possano raggiungere buoni risultati per bere caffè di qualità anche a Palermo. E chi lo ha provato, è pronto a giurare che il suo sia il miglior espresso della città. In attesa di smentite qualificate, ovviamente. Pronti a raccogliere le segnalazioni.


(Il caffè filtro)

Il percorso di Alessio va raccontato. A conferma che passione e talento, se camminano insieme, portano bei risultati. Negli ultimi tre anni si è documentato, ha studiato, ha frequentato corsi di aggiornamento, ha voluto fornitori qualificati, ha viaggiato. Giorno dopo giorno si è appassionato sempre più alla ricerca della qualità con il sostegno del padre Antonino, proprietario del bar, anche lui appassionato di caffè e fiero del percorso del figlio come solo un padre sa essere. “Il nostro è un bar di quartiere e fare cultura del caffè ha significato anche fare investimenti per avere a disposizione macchine all’altezza - dice - ma piano piano riusciamo a spiegare ai nostri clienti cosa bevono e questo ci dà grande soddisfazione”. E i clienti, adesso, cominciano ad arrivare anche da altri quartieri della città, spinti in via Cipolla dal passaparola e curiosi di conoscere tutti i segreti del caffè.      

“Per fare bene il mio lavoro – spiega Alessio – è necessaria la disponibilità del cliente ad ascoltarmi. Deve essere curioso di scoprire nuovi mondi e deve riconoscere la professionalità del barista per permettergli di guidarlo nella scelta”. Come il professore universitario appassionato di caffè ristretto, “convertito” da Alessio al caffè filtro o il ristoratore che arriva fin qui dalla provincia per gustare con calma lo specialty coffee della settimana, un caffè con standard di qualità altissimi e filiera tracciabile dalla pianta alla tazzina. Piccole soddisfazioni che sono linfa per i sogni di questo giovane barista che, il prossimo gennaio, sarà l’unico siciliano in gara al Sigep, il salone internazionale di gelateria, pasticceria e panificazione artigianale. “Mi piacerebbe essere nella rosa dei migliori sei baristi”, spera. E intanto porta avanti la sua battaglia contro lo zucchero nel caffè “che - dice - ne modifica il sapore non consentendo di gustarlo al meglio”.   


(L'insegna del locale)

Il bar Vabres propone l’espresso con il 70 per cento di miscela arabica e 30 di robusta a 90 centesimi di euro (il sogno di Alessio è di arrivare ad arabica cento per cento) ma chi si reca in via Cipolla può scegliere anche gli specialty coffee a 1,20 euro: ogni settimana una miscela diversa per consentire ai clienti di gustarne il più possibile. Poi ci sono i caffè filtro che oscillano da 1,50 a 3 euro, a seconda del tipo di miscela utilizzata. E non storcano il naso i puristi dell’espresso, perché Alessio ha pronta una risposta anche per loro: “Ci sarà un motivo se nel mondo solo il 6 per cento della popolazione gusta l’espresso e il restante 94 per cento il caffè filtro…”.

Bar Vabres

Via Michele Cipolla 85, Palermo

Tel. 091 6172014      

Chiuso: domenica pomeriggio solo d'estate

Ferie: variabili ad agosto


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Ciro Scamardella

Pipero

Roma

1) Raviolo di cavolfiore, vaniglia e capasanta

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search