Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Contributors

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano

Roberto Chifari

Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco

Annalucia Galeone
Federica Genovese

Clarissa Iraci

Francesca Landolina

Federico Latteri
Irene Marcianò

Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi

Clara Minissale

Fiammetta Parodi

Geraldine Pedrotti

Stefania Petrotta

Michele Pizzillo

Fabiola Pulieri
Enzo Raneri

Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita

Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione
eventi
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il personaggio il 10 Febbraio 2012
di C.d.G.

Davide Longoni, milanese, laureato in geografia, fornaio per passione, viene a scoprire i segreti della tradizione della panificazione a Palermo da Ottavio Guccione.

Un occhio attento verso tutto ciò che concerne la storia, i territori, le tradizioni e della materia prima. “Sono un amante della materia prima. Ero alla ricerca delle farine più rappresentative del territorio della Sicilia, del pane come prodotto agricolo - dice Longoni– . Sono arrivato ad Ottavio Guccione poiché questo maestro panificatore mi era stato segnalato da Filippo Drago, uno dei titolari dei Mulini del ponte che macina farine biologiche”.


Davide Longoni nel laboratorio di Ottavio Guccione

Pur non avendo alle spalle una tradizione, il fornaio milanese cerca di imparare, girando e carpendo il più possibile dai suoi viaggi in Italia.  Approda così a Palermo, in via Pipitone Federico dove Guccione ha da poco aperto il suo panificio,  per apprendere i segreti di lavorazione del grano di Tumminia. “Pensavo che in Sicilia, ci fosse un numero maggiore di fornai che utilizzasse il metodo tradizionale di lievitazione – confida Davide - ma purtroppo ho dovuto constatare che il caso di Ottavio è un’eccezione,  e che anche qui si cercano scorciatoie. Contrariamente a quanto si pensa, al Nord, dove non si gode della stessa tradizione in fatto di lievitazione, c’è maggiore attenzione verso i prodotti artigianali”.

E  mettendo a confronto il lievito di birra con il  lievito madre, valorizzando quest’ultimo, utilizza una similitudine: “Se fosse natura, il lievito di birra  sarebbe un prato monocoltura, mentre il lievito madre, sarebbe una foresta rigogliosa, ove crescono diverse forme di colture”.


Un momento della panificazione

Un gemellaggio davvero interessante quello tra Davide e Ottavio. Entrambi accomunati dalla passione e dalla voglia di trasformare la panificazione in un momento magico. Una sinergia che diventa la carta vincente ed uno scambio davvero interessante tra idee di marketing che vengono trasferite da Nord a Sud e la tradizione che fa il percorso inverso. E dall’unione di due forze, l’idea nata la scorsa notte in tandem di unire due eccellenze della nostra regione: il pane nero di Castelvetrano e il cioccolato di Modica. Il risultato? Un nuovo masterpiece. 


Pane nero di Castelvetrano con il cioccolato di Modica

Maria Antonietta Pioppo


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Felice Sgarra

Casa Sgarra

Trani (Bt)

3) Melanzana con burrata d’andria e gelato al pomodoro

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search