Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il premio il 12 Aprile 2016
di C.d.G.


(Mario Di Lorenzo, di Feudo Disisa)

di Federico Latteri

È siciliano il miglior bianco del concorso 5 star wines, il nuovo premio enologico internazionale di Vinitaly. Si tratta del Terre Siciliane Igp bianco Chara 2015 dell’azienda Disisa di Monreale, un vino ottenuto dai vitigni autoctoni Catarratto e Insolia.

È stato scelto tra più di 2.700 campioni provenienti da 27 paesi del mondo e gli è stato assegnato un punteggio di 94/100. Molto positivo il commento di Ian D’Agata,coordinatore della giuria e direttore scientifico della Vinitaly International Academy: “Ritengo ottimi i risultati ottenuti dai vini, soprattutto da quelli provenienti da vitigni autoctoni con la sicurezza che questo sarà uno strumento di indubbia efficacia per la comunicazione dei nostri prodotti sui mercati di tutto il mondo”.


(Chara, il vino premiato)

Il Chara viene da un vigneto di contrada Grisì a Monreale con densità di 4.500 piante per ettaro. La vinificazione, curata dall’enologo Tonino Guzzo, prevede una fermentazione a temperatura controllata, una conservazione in serbatoi di acciaio per sei mesi circa ed un affinamento in bottiglia di sessanta giorni. Il vino presenta profumi fini ed intensi di frutta gialla e fiori di campo, seguiti da un palato con di buona acidità, un quadro aromatico variegato, ottimo equilibrio e grande piacevolezza.


(Baglio Disisa)

“Avevo ricevuto molti apprezzamenti, sia in Italia che all’estero. Ero convinto che il vino avrebbe ben figurato, ma non immaginavo di raggiungere il primo posto - dice Mario Di Lorenzo, proprietario di Feudo Disisa - Da tanto tempo non partecipavo a concorsi enologici, poi ho deciso di inviare alcuni campioni che sarebbero stati giudicati “alla cieca” con la certezza di aver fatto qualcosa di buono”.


(Vigneto Lago)

E puntualizza: “Personalmente sono orgoglioso per due motivi, il primo è l’essermi confrontato con vini di tutto il mondo, il secondo è averlo fatto con vitigni autoctoni siciliani”.
Questo riconoscimento darà sicuramente all’azienda maggiore visibilità internazionale, ci sarà grande attenzione, a partire da questo Vinitaly. Feudo Disisa accoglie questa nuova sfida interpretandola come una maggiore spinta per lavorare con l’obiettivo di valorizzare sempre più il territorio e le varietà locali. 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Ciro Scamardella

Pipero

Roma

1) Raviolo di cavolfiore, vaniglia e capasanta

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search