Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Contributors

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano

Roberto Chifari

Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco

Annalucia Galeone
Federica Genovese

Clarissa Iraci

Francesca Landolina

Federico Latteri
Irene Marcianò

Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi

Clara Minissale

Fiammetta Parodi

Geraldine Pedrotti

Stefania Petrotta

Michele Pizzillo

Fabiola Pulieri
Enzo Raneri

Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita

Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione
eventi
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il premio il 28 Marzo 2017
di C.d.G.


(Giacomo Tachis)

Vincono sempre i vini di Giacomo Tachis, celebre inventore di Tignanello e Sassicaia, per decenni enologo di Marchesi Antinori e firma di tanti altri vini famosi, scomparso nel 2016. 

In Giappone un vino col suo nome, "Giacomo", proveniente da un vigneto di famiglia a San Casciano (Firenze), ha avuto la medaglia d'oro ai Sakura Wine Awards di Tokyo, con giuria di sole donne. Del successo di questo Merlot la figlia Ilaria Tachis racconta: "Questo vino proviene dall'unico lotto di uva del 2014 che non abbiamo venduto perché un'intuizione del tutto improvvisa, mentre vendemmiavo, mi ha lasciato presagire un'evoluzione particolare e un destino diverso per questa varietà di Merlot". E aggiunge: "Era uva eccellente, una rarità per il 2014, l'abbiamo raccolta in un appezzamento di circa 2.000 piante delle vigne del nostro Podere La Villa. In questo caso si è sviluppato un vino eccellente la cui qualità non lasciava dubbi: sarebbe stato apprezzatissimo dal babbo, quello era il suo vino".

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search