Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il prodotto il 09 Ottobre 2017
di C.d.G.

La sciavata è una pietanza tipica siciliana che è una via di mezzo tra la pizza e lo sfincione e di cui esistono tante varianti. Più precisamente l’antica ricetta appartiene alla tradizione del camporealese, in provincia di Palermo e rappresenta un’alternativa al solito pane. La preparavano le donne nell’attesa che i mariti tornassero dai campi.

Dallo stesso impasto utilizzato per il pane se ne ricavava un altro più morbido ottenuto semplicemente aggiungendo solo di un po’ d’acqua in più. A parlarne durante il Camporeale Day il pizzaiolo Vincenzo Arrigo che in occasione di cooking show condotto da Francesca Landolina di Cronache di Gusto, ha presentato due versioni della nota pizza camporealese. La prima classica con ingredienti "poveri” quali cipolla, pangrattato, formaggio, acciughe e olio. La seconda è una versione bianca ideata da Arrigo, a base di ricotta, cipolla, pangrattatp e caciocavallo. In questa tipologia la cipolla oltre ad essere marinata nel vino viene anche cotta e sfumata per essere ancora più digeribile.


(Vincenzo Arrigo e Francesca Landolina)

Ecco, di seguito, la ricetta per prepararla

Ingredienti
Per l’impasto (per 4/5 pagnotte)

  • 500 gr farina di grano duro
  • 500 gr farina di grano tenero
  • 20 gr lievito di birra
  • 20 gr sale
  • acqua q.b.

per il condimento

  • pomodoro pelato
  • caciocavallo o pecorino stagionato grattugiato
  • cipolla
  • pangrattato
  • origano
  • olio extravergine di oliva

Unite le due farine e disponetele a fontana, aggiungete il sale e il lievito precedentemente sciolto nell’acqua tiepidia. A questo punto cominciate ad impastare e aggiungete l’acqua poco per volta fino ad ottenere un impasto omogeneo e morbido. Lasciate lievitare l’impasto per circa due ore. In seguito, separatelo in pagnotte che disporrete su un piano spolverizzato di farina per non farle attaccare. Attendete circa un’ora che le pagnotte lievitino per la seconda volta. Spolverizzate il vostro piano di lavoro con della farina, disponetevi le pagnotte e spianatele. Cominciate a condire la sciavata con il pomodoro pelato schiacciato, il formaggio, la cipolla tagliata a julienne, marinata nel vino, il pangrattato e finite con un filo d’olio. Infornate la sciavata in forno preriscaldato alla temperatura di circa 280°C per circa cinque minuti. Servite fumante.

Manuela Zanni


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Felice Sgarra

Casa Sgarra

Trani (Bt)

1) Insalata d'amare

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search