Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il prodotto
di Redazione

Spesso è scambiato con il calamaro. Il totano o più comunemente il todaro è un mollusco molto apprezzato nella cucina siciliana.

Al contrario del calamaro il totano è caratterizzato da una conchiglia interna, dal corpo allungato con pinne laterali a triangolo sul fondo della sacca, che formano una punta a lancia. Maria Randazzo, architetto e gourmet palermitana ci propone questo delizioso mollusco in una versione un po’ diversa dalla solita seppure mai noiosa versione fritta nel suo Guazzetto di totani al limone: “Una ricetta interessante per la presenza fresca del limone che viene è presente oltre che sotto forma di succo anche con la scorza grattugiata da spolverare a preparazione ultimata”. Ma procediamo con gli ingredienti per 4 persone:

1 chilo di totani
Olio extra vergine d’oliva
2 spicchi d’aglio
2 foglie d'alloro
2 etti di pomodorini pachino
vino bianco
mezzo bicchiere di succo di limone
scorza di limone grattugiato

Maria Randazzo consiglia di soffriggere leggermente gli spicchi d’aglio e poi di eliminarli definitivamente. Quindi aggiungere le foglie di alloro e i pomodorini di Pachino precedentemente puliti e tagliati. A quel punto bisognerà attendere che i pomodorini si ammorbidiscano, e si potrà quindi aggiungere i totani ben puliti. “L’operazione della pulizia dei molluschi – spiega la gourmet – è di enorme importanza. I totani, infatti, vivono in fondali sabbiosi e sono ripieni di sabbia e di piccoli pesciolini di cui si nutrono”. Durante la cottura dei totani che dovrà durare in totale circa 15 minuti fate sfumare con il vino bianco ed il succo di limone, salate e pepate. “Non bisogna fare cuocere molto – spiega Maria Randazzo - altrimenti il mollusco rischia di diventare coriaceo”. Il tocco di eleganza e di grande importanza lo dà la
scorza di limone grattugiata da spolverare rigorosamente prima di servire. E dato che anche l’occhio vuole la sua parte Maria Randazzo consiglia: “E’ possibile decorare il piatto con delle rotelle di fette di limone”.

Piera Zagone


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gabriele Boffa

Locanda del Sant'Uffizio Enrico Bartolini

Cioccaro di Penango (At)

1) Asparago, seirass e tuorlo al curry

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search