Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La degustazione il 07 Ottobre 2019
di Fabrizio Carrera


(Stefania Petrotta, Toti Fiduccia e Giovanni Lullo)

Tra i protagonisti dei cooking show della kermesse Camporeale Day 2019, anche lo chef Giovanni Lullo, che a Camporeale ha portato un piatto concreto, tradizionale e leggero: polpettine al ragù di tre carni (agnello, manzo e maiale). 

Un po’ di tradizione, frutto della cucina siciliana di una volta, ma alleggerita dalla tecnica. I pezzi di carne sono infatti cotti molto a lungo, per mantenere il loro gusto originale e per raggiungere l’obiettivo della leggerezza. La carne viene sbollentata per 5 minuti in acqua calda e poi cotta per 10 ore con del pomodoro, senza portare mai ad ebollizione. Niente uova né patate né pane ammollato in latte. Il risultato è nel gusto ricco e leggero. Il piatto è completato da una spuma di caciocavallo e cicoria scottata ed è anche un’amuse bouche con il quale lo chef solitamente dà il suo benvenuto ai commensali del ristorante Cortile Pepe di Cefalù, in provincia di Palermo.


(Giovanni Lullo)

Insieme allo chef anche il titolare del ristorante Cortile Pepe, Toti Fiduccia, che porta avanti la sua scommessa imprenditoriale con il suo locale gourmet nel cuore del centro storico di Cefalù, cittadina normanna in provincia di Palermo, meta ogni anno di migliaia di turisti. Fiduccia circa un anno fa ha deciso di scommettere sul giovane e creativo chef Lullo, rivoluzionando la sua proposta di cucina, in non mancano tecnica, innovazione e concreto legame al territorio. Un successo il cooking show , firmato Lullo, a Camporeale. Il cooking show è stato realizzato grazie alla collaborazione di Sagrim, sponsor tecnico della manifestazione.

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Savino Di Noia

Antica Cantina Forentum

Lavello (Pz)

2) Miskiglio lucano con ragù di salsicce, crema di cicoria, mollica e peperone crusco

Sud Top Wine

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search