Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La degustazione
di C.d.G.


(Camillo Privitera e i vini della seconda masterclass)

di Marco Sciarrini, Roma

Esclusivo evento dell’associazione  Italiana Sommelier a Roma con una Masterclass sui vini e territori dell’Etna. 

L’appuntamento si è tenuto presso la sede dell’Associazione al Lifestyle Hotel ed è stato condotto dal presidente Ais Sicilia Camillo Privitera, giunto per l’occasione nella capitale, che ha introdotto, il numeroso pubblico presente, alla scoperta "dei vini del Vulcano" con una masterclass divisa in 2 incontri. La presenza della vite e la produzione del vino sulle pendici del vulcano Etna risalgono ad epoche remote. Omero, Virgilio, Plinio, Strabone celebrano nei loro scritti la qualità dei vini etnei e la fertilità del vulcano. Il ritrovamento di viti selvatiche scoperte sulle falde dell’Etna dimostra la presenza della vite già in epoca terziaria. La produzione vitivinicola etnea entra nella storia nel VIII secolo a.C. con i coloni greci, che introdussero la forma di allevamento nota come alberello egeo. Nel XIX secolo Catania, con il territorio viticolo dell’Etna, raggiunse la massima superficie vitata con circa 8.000 ettari. Nel ‘900 la fillossera e la grande crisi commerciale determinarono una forte diminuzione della superficie vitata. Dopo la crisi economica del 1960 la vitivinicoltura dell'Etna si è andata sviluppando seguendo i modelli viticoli ed enologici più moderni.


(I vini della prima masterclass)

Nella prima giornata sono stati affrontati gli argomenti del Disciplinare, l'ambiente Etna, formazione, vegetazione, fauna e clima, storia e ampelografia, la Vite sull'Etna. Ha seguito una masterclass di vini del vulcano in degustazione:

Murgo - Extra Brut 2011
Nerello Mascalese 100 %. Colore giallo paglierino con bollicine  continue e persistenti, al naso floreale camomilla, ginestra, delicate sensazioni di nocciola e crosta di pane, ma anche note fruttate di pesca bianca. Finale minerale, di buona persistenza.

Cantine Nicosia - Sosta Tre Santi Metodo Classico 2016
Carricante in purezza. Colore giallo paglierino, con riflessi dorati, il perlage è persistente. Al naso emergono note di crosta di pane ed aromi floreali, biancospino ma anche fruttati di agrumi, cedro. Al palato cremoso, con una buona struttura ed una piacevole freschezza. 

Tenuta di Fessina - Erse Etna Bianco 2018
Carricante 90%, Catarratto, Minnella 10%. Colore giallo paglierino con sfumature verdi, al naso fruttato e floreale con sentori di ginestra, erbe aromatiche montane, limone verdello, mandorla fresca, fiori bianchi, in bocca bella acidità ed una spiccata salinità che lo rende fresco e persistente. Incredibilmente verticale e fragrante, dal grande equilibrio.

Feudo Cavaliere - Etna Bianco 2017
Carricante in purezza. Di colore giallo paglierino con riflessi dorati, al naso intenso, con note di idrocarburi minerali, ma anche di sentori di erbe mediterranee e floreali, giacinto in particolare, grande acidità che denota l’allevamento ad alte quote, e una persistente freschezza sapida. 

Duca di Salaparuta - Terre Siciliane Igt Sciaranera Pinot Nero 2016
E’ un vino morbido e complesso dal colore rubino, profumi eleganti di frutti a bacca rossa, more e ciliegie in confettura anche note floreali di erbe di campo si percepisce anche una lieve nota speziata. Al palato  è morbido, fresco e vellutato. Il tannino è delicato con una buona acidità ed un finale sapido.   

Munjebel - Etna Rosso Contrada Barbabecchi 2017
Di colore rosso rubino, al naso frutti rossi maturi e note erbe officinali e aromatiche. Al sorso fresca struttura  fruttata ed eleganza dei tannini, ottima la persistenza. 

Tenuta di Fessina - Etna Rosso Riserva Musmeci 2012
Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio. Colore Rosso rubino carico con note granate, al naso note speziate e frutta sotto spirito, sentori di corteccia e resina, al palato il sorso è fresco accompagnato da un tannino vellutato con una bella  acidità.

Terrazze dell'Etna - Etna Rosso Cirneco 2011
Nerello Mascalese 100%. Alla vista si manifesta con un colore rubino intenso con tendenza al granato. Il naso è dominato da sentori di piccola frutta rossa sotto spirito, viola  e  spezie dolci. All’assaggio è strutturato, morbido, con un perfetto equilibrio fra acidità e tannicità. Chiude con un finale di lunga persistenza. 

Nella seconda giornata gli argomenti trattati sono stati: l'adattamento del vitigno, I vini da invecchiamento, le Contrade, i prefillossera, lo stile Etna, metodologie agronomiche, pratiche di cantina,  vini biologici, naturali & biodinamici,  legni e altri contenitori. La masterclass ha visto in degustazione i seguenti vini:

Pietradolce - Etna Rosato 2018
Nerello Mascalese 100%. Di colore ramato,  il  profilo aromatico agrumato e minerale, con note di arancia, rose, fiori di pesco, al palato si dimostra di piacevole freschezza, con una prolungata  sapidità  sul finale.

Primaterra - PrimaeRosae Etna Rosato 2018
Nerello Mascalese 90% Nerello Capuccio 10%. Colore rosa salmone  sentori fruttati di susina, ciliegia, lamponi caratterizzato da buona mineralità con note di spezie di vaniglia e un netto floreale di rosa ed erbe aromatiche. Al gusto fresco, sapido e persistente. 

Graci - Etna Rosso Feudo di Mezzo 2016
95% di Nerello Mascalese, 5% Nerello Cappuccio. Al naso ricco, intenso di sottobosco con more e ribes e una sensazione di viola ed una sfumatura fumè. Al palato una buona trama tannica, con sapori di pepe nero, chinotto, con un  finale sapido, persistente e minerale.

Palmento Costanzo - Etna Rosso Nero di Sei Santo Spirito 2015
Colore rosso rubino intenso con un accenno di unghia granata. Al naso fruttato, frutti rossi, rosa canina, viola, ed nota minerale vulcanica, in bocca intensità fruttata con un bel tannino vellutato ed un lungo finale. 

Pietradolce - Etna Rosso Archineri 2014
Nerello Mascalese in purezza. Colore rubino con venature granate, al naso Naso  profumi floreali, di piccoli frutti rossi, erbe aromatiche e mediterranee, spezie, con anche una nota balsamica, al palato morbido di buona struttura, sapido e minerale, con tannini eleganti, buona freschezza e di bella persistenza.

Franchetti - Etna Rosso Contrada S 2017
Contrada Sciaranuova (Contrada S). Colore Rubino, al naso frutti rossi, ciliegie e una nota di viola accompagnata da spezie, al palato una immediata freschezza accompagna un tannino delicato di grande equilibrio che richiama alla beva.  

Primaterra - Etna Rosso Sciaranuova 2013
Nerello Mascalese 90% Nerello Capuccio 10%. Di colore rosso rubino scuro con accenni granati con note di frutti di bosco prugne nere, more e ribes e ciliegia, note speziate e un leggero fumè, il corpo è pieno, con tannini soffici e maturi ed un finale minerale con una persistenza sapida.

Calabretta - Vigne Vecchie 2010
Nerello Mascalese 95%, Nerello Cappuccio 5%. Colore Rosso rubino scuro con evidenti striature granate,  evoluti profumi fruttati di frutta rossa sotto spirito, speziati e tostati, con ricordi balsamici,  al palato il sapore è intenso, di grande struttura con un tannino austero ma di  lunga persistenza. 

IN QUESTO LINK E' POSSIBILE ACQUISTARE LANOSTRA GUIDA AI VINI DELL'ETNA


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Maurizio Albarello
Trattoria Antica Torre
Barbaresco (Cn)

Stefano Mazzone

Grand Hotel Quisisana

Capri (Na)

2) Tortelli di cipolle al burro di acciughe e pecorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search